Certificazione energetica: come detrarla?

Casa e Ambiente

La certificazione energetica costituisce un costo detraibile dalla tasse a fine anno. Ecco tutto quello che c’è da sapere per procedere con sicurezza al proposito, senza paura di commettere errori.

Attestato certificazione energetica: quanto si può detrarre?

La certificazione energetica – tecnicamente definita con l’acronimo APE (attestato di prestazione energetica) – può essere detratta dall’Irpef. Dal 2007 è obbligatoria per far sì che tutti i lavori effettuati su uno specifico edificio possano accedere a tutte le agevolazioni fiscali previste dalle norme vigenti. Le spese per la redazione dell’APE possono essere inserite nel novero di quelle soggette alle detrazioni del 65% (bonus per la riqualificazione energetica degli immobili privati).

Attestato certificazione energetica: come calcolare il costo

Il costo della certificazione energetica di un immobile non è sempre facile da calcolare. Molto dipende dalla tipologia di unità immobiliare e dalla documentazione che viene fornita al certificatore. Nella maggior parte dei casi il costo minimo non è inferiore ai 200 euro. Nella spesa è inclusa anche la trasferta in loco del certificatore, che deve appurare che le informazioni inserite sulla documentazione siano veritiere.

Risulta fondamentale, quando si procede alla certificazione energetica, fare in modo di non farsi ingolosire dalle proposte a prezzi stracciati, che nella maggior parte dei casi non prevedono che il certificatore si rechi presso l’immobile, ma si basano unicamente su dati poco esatti forniti telefonicamente dal proprietario.

Per maggiori informazioni sulla certificazione energetica vi invitiamo a vistare il portale dedicato a questo argomento:  http://www.certificazioneenergeticaedifici.org/

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Fotovoltaico, quanto si risparmia nel 2015? L’installazione di un impianto fotovoltaico sul tetto di un appartamento o di un’azienda rappresenta sicuramente una mossa importante a favore della tutela dell’ambiente. Due gli effetti principali che ne derivano: la produzione di energia pulita e la riduzione delle spese della bolletta elettrica. ...
Ecobonus 2014 e detrazioni fiscali mobili: come ottenerle? Ecobonus 2014 e detrazioni fiscali mobili: come ottenerle? Quanti intendano fruire delle detrazioni fiscali 2014 relative al cosiddetto ecobonus, o quanto vogliono beneficiare delle detrazioni su mobili ed elettrodomestici, devono conoscere nel dettaglio i criteri di funzionamento dei meccanismi di ...
Detrazioni Fiscali Risparmio Energetico 2017: La guida e le ... Ecobonus 2017: Finalità dell'incentivo fiscale Negli ultimi anni l’Ecobonus, cioè la facoltà di poter detrarre il 65% dei costi sostenuti per il risparmio energetico, ha riscosso notevole successo e molti consensi fra gli addetti al settore, generando effetti positivi per la riqualificazione energe...
Ecobonus: Guida ENEA alla detrazione fiscale 65% 2017 Cos’è l’ENEA? L’Enea, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, è l’Ente di riferimento per l’ambiente e l’energia in Italia. Nata nel 2009, ereditando le competenze degli Enti che l’hanno preceduta, l’Agenzia Enea è finalizzata "alla ricerca e all’in...
Requisiti per certificazione energetica, elenco dei soggetti... Requisiti per certificazione energetica, pubblicato l'elenco dei soggetti abilitati. Il DPR n. 75 è entrato in vigore Il 12 luglio 2013. Il decreto fa luce su quali siano gli effettivi requisiti professionali richiesti e i criteri di accreditamento necessari per l'indipendenza di professionisti ed o...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *