Come collocare al meglio un box doccia

Detrazione 50

 

Quando si costruisce un nuovo bagno o si ristruttura quello precedente, si deve di solito scegliere dove posizionare il nuovo box doccia o la nuova vasca da bagno acquistata; la scelta di come e dove posizionare il nuovo box doccia in questo caso è molto importante perché da qui si decideranno gli spazi interni da gestire nel nuovo bagno e, nella scelta della posizione del  box, si dovranno seguire determinate raccomandazioni.

Ad esempio una delle posizioni molto usate nell’ubicazione di un nuovo box doccia è quella dietro la porta d’ingresso, una volta posizionato il nuovo box si potrà dunque decidere di posare le tubature e le adduzioni per lo scarico dell’acqua.

Per posizionare il box però bisognerà prima installare un piatto doccia che di solito deve essere realizzato in ceramica o in vetroresina, la forma più usata di solito è quella quadrata con un lato che va da 70 a 90 cm e con un bordo alto circa 15 cm. Nell’installazione del piatto doccia si potranno scegliere varie posizioni come ad esempio quella  accostata ad una parete piana. In questo preciso caso si potranno creare due pareti laterali dato che il piatto verrà chiuso da un lato dal box e dall’altro dalla parete in muratura.

I lavori di ristrutturazione di un bagno e le spese sostenute per la costruzione di un nuovo box doccia potranno essere recuperate in parte grazie alla detrazione 50 sui box doccia; la detrazione 50 sui box doccia   fa parte del nuovo pacchetto di bonus fiscali istituito dal Governo che farà recuperare le spese sostenute per la ristrutturazione o la costruzione di un nuovo bagno. La detrazione 50 sui box doccia comprende anche questa categoria particolare di interventi di ristrutturazione edilizia messa in atto dal Governo.

 

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Detrazione 50 o 36 per le ristrutturazioni: facciamo chiarez... Facciamo chiarezza sulla detrazione 50 o 36 per cento sugli interventi edilizi. Le detrazioni per lavori di ristrutturazione edilizia godono del passaggio dal bonus del 36% al 50% fino al 30 giugno. Il tetto massimo di spesa è pari a 96mila euro. In base all’articolo 11 del decreto legge numero 8...
Detrazioni Fiscali Mobili 2017 Il Governo nel piano di ammortamenti fiscali per la ristrutturazione e la riqualificazione energetica delle abitazioni 2017, ha inserito anche un'agevolazione fiscale per mobili e grandi elettrodomestici, che permette di poter detrarre le spese per l'arredamento dell'abitazione e quindi un risparmio...
Bonus fiscali per gli interventi di ampliamento edilizio   Nel pacchetto delle detrazioni fiscali varato dal Governo per gli interventi di ristrutturazione edilizia, viene concessa anche una detrazione del 50 % per ampliamento e ristrutturazione di un edificio già esistente; questi interventi sono volti a trasformare un fabbricato mediante delle ope...
Quali sono le novità detrazioni Legge Stabilità 2015? Detrazioni Legge Stabilità 2015: quali sono le novità? Gli oneri sostenuti per le opere di recupero edilizio e di riqualificazione energetica potranno essere detratti del 50 e 65 per cento per l’intero 2015. È uno dei punti fermi della Legge di Stabilità 2015. Vediamo insieme tutte le ultime novità...
Detrazioni ristrutturazione: un incentivo alle vendite Detrazioni ristrutturazione: un incentivo alle vendite. Venerdì 31 maggio ha rappresentato una data importante per lo sviluppo del settore immobiliare del nostro Paese. Il Governo ha infatti deciso di prorogare le detrazioni ristrutturazione, pari al 50%, inserendo contestualmente il cosiddetto “bon...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *