Come collocare al meglio un box doccia

Detrazione 50

 

Quando si costruisce un nuovo bagno o si ristruttura quello precedente, si deve di solito scegliere dove posizionare il nuovo box doccia o la nuova vasca da bagno acquistata; la scelta di come e dove posizionare il nuovo box doccia in questo caso è molto importante perché da qui si decideranno gli spazi interni da gestire nel nuovo bagno e, nella scelta della posizione del  box, si dovranno seguire determinate raccomandazioni.

Ad esempio una delle posizioni molto usate nell’ubicazione di un nuovo box doccia è quella dietro la porta d’ingresso, una volta posizionato il nuovo box si potrà dunque decidere di posare le tubature e le adduzioni per lo scarico dell’acqua.

Per posizionare il box però bisognerà prima installare un piatto doccia che di solito deve essere realizzato in ceramica o in vetroresina, la forma più usata di solito è quella quadrata con un lato che va da 70 a 90 cm e con un bordo alto circa 15 cm. Nell’installazione del piatto doccia si potranno scegliere varie posizioni come ad esempio quella  accostata ad una parete piana. In questo preciso caso si potranno creare due pareti laterali dato che il piatto verrà chiuso da un lato dal box e dall’altro dalla parete in muratura.

I lavori di ristrutturazione di un bagno e le spese sostenute per la costruzione di un nuovo box doccia potranno essere recuperate in parte grazie alla detrazione 50 sui box doccia; la detrazione 50 sui box doccia   fa parte del nuovo pacchetto di bonus fiscali istituito dal Governo che farà recuperare le spese sostenute per la ristrutturazione o la costruzione di un nuovo bagno. La detrazione 50 sui box doccia comprende anche questa categoria particolare di interventi di ristrutturazione edilizia messa in atto dal Governo.

 

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Come ottenere la detrazione bonus mobili? Come ottenere la detrazione bonus mobili? Per fruire della detrazione 50 relativa all’acquisto di mobili all’interno di lavori di ristrutturazione edilizia, dobbiamo necessariamente pagare mediante bonifico bancario o postale. Si tratta di una nota dell’Agenzia delle Entrate che fornisce le istru...
Detrazioni Fiscali Mobili 2017 Il Governo nel piano di ammortamenti fiscali per la ristrutturazione e la riqualificazione energetica delle abitazioni 2017, ha inserito anche un'agevolazione fiscale per mobili e grandi elettrodomestici, che permette di poter detrarre le spese per l'arredamento dell'abitazione e quindi un risparmio...
Detrazione 50: quali sono i lavori per le imprese? Detrazione 50: quali sono i lavori per le imprese? La detrazione 50 è fruibile anche per i lavori di ristrutturazione edilizia di fabbricati, compiuti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie. La detrazione Irpef relativa ai lavori di ristrutturazione edi...
Proroga detrazione 50 e 55 percento: il sì di Fassina Proroga detrazione 50 e 55 percento: il sì di Fassina. Durante la settimana scorsa a esprimersi in favore della proroga detrazione 50 e 55 percento è stato il Ministro Lupi. Un intervento volto a salvaguardare le ristrutturazioni edilizie e gli interventi di efficienza energetica eseguiti sugli edif...
Interventi detrazioni fiscali: quando è possibile usufruire ... Interventi detrazioni fiscali: quando è possibile usufruire dei bonus? Sono state introdotte delle detrazioni per gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica. Lo scopo di tali misure è di limitare il fenomeno dell’evasione fiscale, assai diffuso nel campo dell’edilizia, promuove...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *