Come collocare al meglio un box doccia

Detrazione 50

 

Quando si costruisce un nuovo bagno o si ristruttura quello precedente, si deve di solito scegliere dove posizionare il nuovo box doccia o la nuova vasca da bagno acquistata; la scelta di come e dove posizionare il nuovo box doccia in questo caso è molto importante perché da qui si decideranno gli spazi interni da gestire nel nuovo bagno e, nella scelta della posizione del  box, si dovranno seguire determinate raccomandazioni.

Ad esempio una delle posizioni molto usate nell’ubicazione di un nuovo box doccia è quella dietro la porta d’ingresso, una volta posizionato il nuovo box si potrà dunque decidere di posare le tubature e le adduzioni per lo scarico dell’acqua.

Per posizionare il box però bisognerà prima installare un piatto doccia che di solito deve essere realizzato in ceramica o in vetroresina, la forma più usata di solito è quella quadrata con un lato che va da 70 a 90 cm e con un bordo alto circa 15 cm. Nell’installazione del piatto doccia si potranno scegliere varie posizioni come ad esempio quella  accostata ad una parete piana. In questo preciso caso si potranno creare due pareti laterali dato che il piatto verrà chiuso da un lato dal box e dall’altro dalla parete in muratura.

I lavori di ristrutturazione di un bagno e le spese sostenute per la costruzione di un nuovo box doccia potranno essere recuperate in parte grazie alla detrazione 50 sui box doccia; la detrazione 50 sui box doccia   fa parte del nuovo pacchetto di bonus fiscali istituito dal Governo che farà recuperare le spese sostenute per la ristrutturazione o la costruzione di un nuovo bagno. La detrazione 50 sui box doccia comprende anche questa categoria particolare di interventi di ristrutturazione edilizia messa in atto dal Governo.

 

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Come ottenere la detrazione bonus mobili? Come ottenere la detrazione bonus mobili? Per fruire della detrazione 50 relativa all’acquisto di mobili all’interno di lavori di ristrutturazione edilizia, dobbiamo necessariamente pagare mediante bonifico bancario o postale. Si tratta di una nota dell’Agenzia delle Entrate che fornisce le istru...
Detrazione 2015: cosa cambia rispetto al passato? Detrazione casa 2015: le differenze con l'anno in corso Non sarà un buon 2015 per chi vuole ristrutturare casa. Come minimo, sarà peggiore rispetto al 2014. Ovviamente, è una questione di pressione fiscale. Le detrazioni 2015 saranno inferiori alle detrazioni 2014. Il rischio è intuitivo: disincent...
Consigli utili sull’acquisto di materiali edili per il rispa... Di questi tempi sta diventando sempre più importante risparmiare, per una famiglia italiana la gestione del bilancio familiare diventa sempre più importante e trovare il modo per ridurre i costi di bollette sull’energia elettrica e sulle spese di riscaldamento diventa sempre più d’obbligo. Ultima...
Detrazione 50 acquisto immobile ristrutturato e ceduto da im... Detrazione 50 acquisto immobile ristrutturato e ceduto da impresa. È sempre più vicina l’applicazione dell’aliquota 36 per cento correlata alle spese derivanti dagli interventi di ristrutturazione edilizia. Possiamo fruire della detrazione 36 per cento sulle spese eseguite fino al 25 giugno 2012 con...
Detrazioni 2016 ristrutturazioni casa: tutte le novità Detrazioni 2016 ristrutturazioni casa: a quanto ammontano È passato al vaglio del Senato il testo che riguarda la Legge di Stabilità approvata anche dal Presidente Mattarella, tra i contenuti della manovra l’abolizione delle imposte sulla prima casa, Tasi e Imu, che restano stabili solamente per le...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *