Detrazione 50%: i documenti richiesti dall’Agenzia delle entrate

imu-calcolo-online-app-imposte-comunali-aliquota (1)

Dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013, Il Dl 22 giugno 2012 n. 83, meglio conosciuto come “Decreto crescita”, ha aumentato la percentuale del 36% di detrazione per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio per le ristrutturazioni fino ad un massimo del 50% .

Ricordiamo anche che c’è un’altra novità: l’importo massimo detraibile per ogni unità abitativa con un tetto di spesa per immobile è passato dai 48.000 ai 96.000 euro.

Per quanto riguarda la detrazione del 50%, dal 2012 tutti i contribuenti devono suddividere l’importo detraibile in 10 quote annuali; per gli over di 75 e 80 anni invece le rate sono minori, rispettivamente 5 e 3.

Si può usufruire della detrazione del 50% anche per «opere finalizzate al conseguimento di risparmi energetici con particolare riguardo all’installazione di impianti basati sull’impiego delle fonti rinnovabili di energia.

Le predette opere possono essere realizzate anche in assenza di opere edilizie propriamente dette, acquisendo idonea documentazione attestante il conseguimento di risparmi energetici in applicazione della normativa vigente in materia» .

Per usufruire della detrazione del 50%,  l’Agenzia delle entrate ha comunicato che bisogna pagare la quota con bonifico, bancario o postale, oppure online, compilato con causale del versamento, codice fiscale del beneficiario della detrazione, numero di partita Iva o codice fiscale dell’impresa beneficiaria.

Il bonifico bancario o postale incompleto può impedire di usufruire dei benefici sopraelencati, in tal caso bisognerà ripeterlo, completo di tutti i dati che abbiamo citato sopra.
Ricordiamo anche che l’Agenzia delle entrate ha comunicato che non è più necessario spedire la documentazione di inizio lavori al centro operativo delle Entrate di Pescara, è invece necessario conservare le ricevute di pagamento dell’ICI.
I documenti da conservare sono la certificazione dell’amministratore, l’atto di notorietà ed infine l’autocertificazione.

 

 

Detrazioni 65 articoli consigliati

Procedure per detrazione 55, 50 e 36% Quali sono le procedure da seguire per la detrazione 55, 50 e 36%? Vediamo insieme quali sono gli ultimi chiarimenti definiti dalle Entrate per queste detrazioni. Come prima condizione è previsto il pagamento con bonifico. Le spese infatti devono ess...
Bonus mobili 2013 e unità abitativa: cosa prevede il decreto... Bonus mobili 2013 e unità abitativa: cosa prevede il decreto? Potrete fruire fino a un importo massimo di 10.000 euro merito del bonus mobili, che riguarda gli oneri correlati alle spese sostenute per l’acquisto di arredi e di grandi elettrodomestici...
Detrazione figli a carico 2014: gli ultimi aggiornamenti Detrazione figli a carico 2014: gli ultimi aggiornamenti. Una delle maggiori novità dal punto di vista fiscale fa parte della Legge di Stabilità 2013, ovvero la legge numero 228 del 24 dicembre 2012, relativa all’incremento delle detrazioni per figli...
Presente e futuro della Detrazione 55% Con il decreto legge 201 del 6 dicembre 2011 (convertito in legge n.214 del 22  dicembre 2011), il governo italiano ha stabilito la proroga al 31 dicembre 2012 della detrazione fiscale del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli e...
Come ottenere la detrazione bonus mobili? Come ottenere la detrazione bonus mobili? Per fruire della detrazione 50 relativa all’acquisto di mobili all’interno di lavori di ristrutturazione edilizia, dobbiamo necessariamente pagare mediante bonifico bancario o postale. Si tratta di una not...

Lascia un commento