Social card disoccupati 2017: condizioni, requisiti e importi del sussidio

Diritto
social card disoccupati 2017

Social card 2017: cos’è e come funziona il beneficio

La social card disoccupati 2017 è un’agevolazione prevista dalla Legge Stabilità 2016 e dal Ddl povertà. Un sostegno economico il cui importo varia a seconda del numero dei membri del nucleo familiare del richiedente.

L’obiettivo della social card è quello di sostenere economicamente le famiglie al di sotto la soglia di povertà e nelle quali è presente un minorenne. Ai fini della concessione della carta, lo stato di difficoltà economica dovrà essere certificato attraverso il modello ISEE. Il reddito della famiglia infatti non deve risultare superiore a 3 mila euro.

Ma come funziona la social card disoccupati 2017? La nuova carta acquisti viene ricaricata ogni mese con un importo variabile a seconda del numero dei membri del nucleo familiare. Il contributo previsto è pari a 80 euro per ciascun componente.

Requisiti carta acquisti per disoccupati 2017: chi può ottenerla

Il beneficio è erogato esclusivamente ai soggetti che dimostrano di essere in possesso dei requisiti necessari. La richiesta deve essere presentata utilizzando l’apposito modulo di domanda, disponibile sul sito ufficiale dell’Inps. Ma quali sono esattamente i requisiti necessari per accedere alla social card disoccupati?

Possono beneficiare del sostegno sia i cittadini italiani che quelli comunitari ed extracomunitari, a condizione che siano in possesso di regolare permesso di soggiorno CE e che risiedano da almeno un anno nel Comune in cui si presenta la richiesta.

Ai fini della concessione del beneficio inoltre è necessario che almeno un componente del nucleo famigliare abbia meno di 18 anni. Per quanto riguarda i requisiti di reddito, per ottenere la card è necessario:

  • avere un Isee pari o inferiore a 3 mila euro;
  • avere un patrimonio mobiliare con valore inferiore a 8 mila euro
  • non essere in possesso di un autoveicolo immatricolato nei 12 mesi precedenti con cilindrata superiore a 1300cc
  • non essere in possesso di motoveicolo immatricolati nei 36 mesi precedenti la data della domanda, con cilindrata superiore a 250cc;
  • non avere una prima casa di proprietà con valore immobiliare, ai fini IMU, pari o superiore a 30 mila euro.

Nel caso in cui all’interno del nucleo familiare che avanza la richiesta vi sia uno o più soggetti che percepiscono indennità di natura assistenziale o previdenziale, l’ammontare complessivo non deve raggiungere i 600 euro mensili.

Requisiti lavorativi social card per disoccupati 2017

È necessario precisare inoltre che per ottenere la social card disoccupati 2017 è necessario rispettare anche dei requisiti per quanto riguarda la condizione lavorativa. Il beneficio viene infatti concesso solo se i componenti della famiglia non hanno lavoro al momento della presentazione della domanda.

In alternativa è possibile ottenere la card se uno dei membri del nucleo familiare si trovano o si sono trovati in una delle seguenti situazioni nei 36 mesi precedenti la presentazione della domanda.

  • Fine del rapporto di lavoro (lavoratori dipendenti) o dell’attività (autonomi);
  • aver lavorato per almeno 180 giorni con contratti flessibili.

In alternativa è possibile ottenere la card se almeno uno dei componenti del nucleo familiare è un lavoratore dipendente assunto con contratto flessibile, a condizione però che nei 6 mesi precedenti la presentazione della domanda il reddito complessivo del nucleo familiare non sia stato superiore a 4 mila euro.

Domanda e importi social card disoccupati 2017: ecco quanto si ottiene

La domanda per la social card disoccupati 2017 deve essere inoltrata al Comune di residenza. Alla richiesta vanno quindi allegati i seguenti documenti:

  • codice fiscale;
  • copia del documento di identità;
  • modello ISEE.

Se a richiedere il beneficio è un cittadino extracomunitario, oltre ai documenti sopraelencati deve presentare anche una copia del permesso di soggiorno in corso di validità.

Per quanto riguarda gli importi, il sussidio prevede una somma mensile pari a:

  • 160 euro per le famiglie composte da 2 persone;
  • 240 euro per le famiglie composte da 3 persone;
  • 320 euro per le famiglie composte da 4 persone;
  • 400 euro per le famiglie con 5 o più persone.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Social Card SIA 2017: Tutto su questa nuova carta La social card SIA 2017 è il nuovo strumento che il Governo Renzi ha introdotto per combattere la povertà. Ma che cos'è e come funziona? Come si fa ad ottenerla e chi ne ha diritto? Ecco una piccola guida per conoscere questa importante novità. Che cos'è la Social Card SIA? La social card SIA 2017...
Verifica contributi INPS versati 2017: la guida Oggi per verificare i propri contribuiti Inps non occorre più perdere intere giornate alla sede distaccate dell'Ente di Previdenza Sociale, oppure, cosa anch'essa non idilliaca, farsi fare i conteggi presso un caf, un patronato o uno studio tributario, in quanto grazie ai nuovi servizi per il cittad...
Novità Legge 104 per il 2017: Regolamento e requisiti Cos'è la Legge 104: Novità e anticipazioni 2017 La legge 104 è stata emanata nel 1992 e riguarda tutti coloro che presentano una situazione di svantaggio legata da una minoranza fisica o psichica tale da destabilizzare il normale corso della vita e che quindi necessitano di maggiori aiuti e assiste...
Congedi per lavoratori che assistono familiari con disabilit... Congedi per lavoratori che assistono familiari disabili I lavoratori dipendenti che assistano familiari con disabilità grave hanno diritto a periodi di congedo straordinario. Secondo quanto stabilito dall’art.42 del d.lgs.151/2001, ai lavoratori dipendenti che prestano assistenza a familiari con...
Carta SIA Inps 2017: importi, requisiti e modulo di domanda.... Carta SIA Inps 2017: cos’è, come funziona e come richiederla La Carta SIA è una misura che mira a contrastare la povertà, attraverso il riconoscimento di un sussidio economico in favore dei nuclei familiari economicamente disagiati. Ai fini dell’erogazione del beneficio però è necessario che all’in...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *