730 precompilato INPS: Guida completa, info e assistenza

Tasse e Fisco

Assistenza modello 730 precompilato: Dove posso trovarlo?

Con l’arrivo del nuova 730 precompilato, sarà possibile per chiunque dotato di una connessione ad internet ed un pc compilare il proprio 730 e inviarlo telematicamente all’agenzia dell’entrate. Dove posso trovare il mio 730 precompilato? Il contribuente dovrà accedere al sito FISCONLINE e procedere alla sua identificazione ed essa potrà avvenire in tre modi principalmente:

  • Attraverso l’username e la password rilasciate dall’agenzia dell’entrate. E’ possibile richiedere gli identificativi online e riceverli per posta ma la procedura non è delle più rapide e ci vorrà qualche giorno affinché le nostre credenziali arrivino all’indirizzo di residenza. In alterativa potete recarvi direttamente ad un ufficio dell’AGE presente nella vostra zona e richiedere le credenziali personalmente: vi verranno rilasciate in meno di un’ora.
  • Attraverso la carta regionale dei servizi ( tessera sanitaria): infatti se siete in possesso di un lettore di tessere con chip ed il pin relativo alla vostra carta, potrete allora identificarvi senza fare ulteriori richieste.
  • Con le credenziali del sito dell’INPS. Se infatti siete già registrati al sito INPS allora basterà inserire quelle credenziali per poter accedere.

Bene, avete inserito le vostre credenziali secondo il metodo a voi più congeniale ed ora dovreste poter accedere al vostro 730 precompilato.

Ora dovrete controllare bene i dati prima di inviare la dichiarazione ai server dell’agenzia delle entrate. Controllate innanzitutto che i vostri riferimenti personali siano corretti: i vostri dati anagrafici, il codice fiscale, la residenza anagrafica e un contatto telefonico. Dopodichè controllate che i familiari a carico siano corretti e scrivete, se manca, il numero dei mesi per cui sono stati a carico e la relativa quota di detrazione.

Guida completa al 730 precompilato: Quadro A

Nel quadro A vedrete fabbricati e terreni: essi dovrebbero essere tutti i beni immobili a voi intestati e dovrebbero comparire automaticamente grazie ai dati informatici. Se così non fosse, aggiungeteli a mano. Quando tutto questo è corretto si può passare al controllo dei redditi.

In questo caso si può dare uno sguardo veloce: infatti il datore di lavoro (sostituto d’imposta) ha già precedentemente comunicato i vostri redditi e le relative imposte pagate all’agenzia delle entrate e quindi i valori riportati sono gli stessi presenti già sul vostro CUD.

Info sul 730: Le detrazioni fiscali nel quadro E

Il quadro che sicuramente interessa di più è sicuramente quello relativo alle detrazioni fiscali (Quadro E). In questo caso potremo notare sicuramente che il quadro relativo alle spese mediche contiene già una cifra: infatti quando in farmacia viene usato il tesserino sanitario, le nostre spese per i medicinali vengono automaticamente immesse nel quadro delle spese mediche del 730 precompilato.

Ovviamente potremo dedurre queste spese a patto che abbiamo comunque conservato la copia cartacea degli scontrini emessi per l’acquisto dei farmaci in questione. Naturalmente non siete obbligati a confermare quel numero che di solito è incompleto: se avete fatture mediche (dentista, medici specialistici, fisioterapisti) o terapie mediche (esempio tens o riabilitazione), fate la somma relativa a tutte le vostre spese vostre e dei vostri familiari a carico, sommate anche la cifra già presente sul 730 precompilato e quindi cliccate sul pulsante “modifica” ed inserite la cifra risultante corretta.

Vi ricordo che le detrazioni fiscali relative alle spese mediche sono pari al 19% sul totale, dedotta la franchigia di euro 129,11. Ovviamente sempre nel quadro D potrete inserire le spese relative ad università, istruzione dei figli, interessi per il mutuo prima casa, spese funerarie per parente stretto ed il bonus per l’edilizia se avete rinnovato il vostro immobile.

Compilazione del quadro F

Nel quadro F potrete inserire le imposte da pagate per la locazione di un vostro immobile o la cedolare secca versata se vi siete avvalsi di questa facoltà. Infine non resta che compilare a chi volete versare il vostro 5 per mille ed eventualmente inserire il codice di un’associazione a cui volete versare l’ 8 per mille.

Una volta completato tutto ciò, basterà semplicemente cliccare su “invia” e la vostra dichiarazione verrà inviata. Dopo qualche ora potrete verificare che essa sia avvenuta e scaricarne la ricevuta. Ricordo che tutti i documenti delle relative spese per cui avete chiesto la detrazione fiscale, vanno conservati insieme al 730 e alla sua ricevuta di invio. Vi ricordo, inoltre, che il 30 Settembre scade la data per la presentazione correttiva nei termini.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Bonus terremoto: detrazione 65 spese lavori adeguamento sism... Dopo i tragici eventi di Amatrici e dei comuni limitrofi rasi completamente al suolo del potente sisma di magnitudo superiore a 6, il Governo Renzi ha stabilito di venire incontro a tutti coloro che non vogliono ripetere il dramma di Amatrice e vogliono adeguare le proprie abitazioni al rischio sism...
Addio al Ticket Sanitario? Novità Aprile 2017 Ticket sanitario addio? Beatrice Lorenzin, ministro della salute, sta lavorando per eliminare il ticket sanitario per accedere alle cure sanitarie in ospedale. Il sistema attuale infatti andrebbe a penalizzare troppo le categorie più povere e deboli. Pare quindi sempre più probabile l'idea d...
Assegni familiari tabelle 2017: importi e limiti di reddito ... Assegni familiari 2017: cosa sono e chi può richiederli Assegni familiari tabelle 2017. Gli assegni familiari Inps sono una forma di sostegno al reddito dedicate alle famiglie di alcune categorie lavoratori che operano in Italia. Per ottenere l’assegno però è necessario che il nucleo familiare del ...
Riforma Bilancio 2017: cosa cambia per le aziende La riforma del bilancio del 2016 porterà con se davvero molte novità per quanto riguarda diversi settori dell’economia italiana. Perfino le aziende e le imprese avranno a che vedere con questa riforma, che ha già fatto parlare di se per l’abolizione di equitalia, facendola passare sotto il contro...
Bonus Mamma Domani 2017 Che cos'è il Bonus Mamma Domani 2017 Il Bonus Mamma Domani rappresenta una sorta di premio in denaro del valore di 800 euro pensato per le donne che diventeranno madri o che adotteranno un minore a partire dal giorno 1 gennaio del 2017 (comprese quelle che in tale data hanno compiuto almeno il sett...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *