Addio al Ticket Sanitario? Novità Aprile 2017

Tasse e Fisco

Ticket sanitario addio?

Beatrice Lorenzin, ministro della salute, sta lavorando per eliminare il ticket sanitario per accedere alle cure sanitarie in ospedale. Il sistema attuale infatti andrebbe a penalizzare troppo le categorie più povere e deboli.
Pare quindi sempre più probabile l’idea di dire addio ai ticket sanitari, sostituendoli con delle misure alternative. Quali? Vediamo insieme.

Che cos’è il ticket sanitario?

Prima di vedere le misure proposte dalla Lorenzin è necessario chiarire il concetto di ticket sanitario. Introdotto nel 1982, è una tassa che il cittadino paga in cambio di prestazioni sanitarie fornite dallo Stato.
Oggi come oggi il ticket sanitario riguarda:
  • le prestazioni specialistiche (visite, esami strumentali e analisi di laboratorio);
  • le prestazioni di pronto soccorso;
  • le cure termali e le prestazioni farmaceutiche.
Tuttavia, diverse categorie di pazienti non devono pagare questa quota. Infatti a determinati cittadini può essere riconosciuto il diritto all’esenzione dal ticket sulla base di:
  • specifiche situazioni di reddito;
  • l’età o la condizione sociale;
  • lo stato di invalidità;
  • in altri casi particolari come gravidanza, diagnosi precoce di alcuni tumori, accertamento dell’HIV.

Le proposte per abolire il ticket sanitario: novità 2017

Riforma delle detrazioni fiscali

Attraverso una riforma delle detrazioni fiscali per farmaci e spese mediche sarebbe possibile abolire i ticket sanitari. Infatti introducendo un sistema di aliquote le cose cambierebbero.

Attualmente i cittadini, indipendentemente dal reddito, scaricano il 19% di spese mediche, la proposta della Lorenzin è di permettere ai più poveri di scaricare una percentuale maggiore o addirittura di eliminare le detrazione del 19% oltre una certa soglia di reddito.

Tuttavia è necessario definire con precisione i parametri per definire un cittadino “povero”. Inoltre chi è in situazione di reale difficoltà è povero perfino per pagare le tasse.

Modifica delle fasce di esenzione

Un’altra proposta è rivedere le soglie di esenzione, per un valore di 8 miliardi di euro, spostandole verso le fasce più deboli, i poveri e gli anziani.

Attualmente sono  autorizzati a non pagare il ticket su pronto soccorso e prestazioni specialistiche:

  • gli anziani con oltre 65 anni e un reddito non superiore a 35 mila euro;
  • i disoccupati e i loro familiari a carico con un reddito non superiore a 8.500 euro;
  • i titolari di pensione sociale e i pensionati al minimo oltre i 60 anni.

Tagli alla spesa

L’ultima ipotesi riguarda i tagli della spesa sanitaria, consegnando il compito e la responsabilità alle singole regioni, che gestiscono in modo autonomo il ticket sulla spesa farmaceutica, sulle prestazioni specialistiche e sugli accessi al pronto soccorso.

 

 

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Quali sono le Detrazioni Casa previste per il 2017? Detrazioni Casa 730/2017: Ristrutturazione, Riqualificazione, Affitto, Interessi Mutuo Tra le tante spese detraibili, tramite la dichiarazione dei redditi, sono incluse anche le ristrutturazioni, gli interessi del mutuo per l'acquisto dell'abitazione e i costi sostenuti per l'affitto. Da ieri, 2...
Detrazioni Spese Mediche 2017: guida utile Detrazioni Spese Mediche 2017: tutte le novità Anche quest'anno è possibile fare richiesta delle detrazioni spese mediche per il 2016 tramite la compilazione della dichiarazione dei redditi 2017, modello 730 precompilato o cartaceo. Tali agevolazioni fanno riferimento sia ai costi sostenuti per l'a...
Riforma Bilancio 2017: cosa cambia per le aziende La riforma del bilancio del 2016 porterà con se davvero molte novità per quanto riguarda diversi settori dell’economia italiana. Perfino le aziende e le imprese avranno a che vedere con questa riforma, che ha già fatto parlare di se per l’abolizione di equitalia, facendola passare sotto il contro...
Cartella esattoriale Equitalia: quando è possibile non pagar... Cosa fare quando si riceve una cartella esattoriale Equitalia: Una cartella Equitalia può arrivare per diverse ragioni, ma non sempre deve essere pagata. Ci sono situazioni infatti che consentono al contribuente di non pagare la cartella esattoriale. Ma vediamo passo per passo come comportarsi quan...
Come calcolare il reddito di inclusione? Novità 2017 Reddito di Inclusione 2017: requisiti, destinatari e novità Il Governo e l'Alleanza contro la povertà hanno previsto delle novità su come calcolare il reddito di inclusione (REIS) per il 2017, ossia il sostegno economico universale contro la povertà. Vengono quindi tracciati i criteri, le condiz...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.