Assegno di mantenimento coniuge 2017: detrazioni fiscali possibili

Tasse e Fisco

Assegno di mantenimento coniuge: quali sono le detrazioni fiscali possibili?

Quando può essere applicata la deduzione fiscale?

Per quanto riguarda la deduzione fiscale sul mantenimento del coniuge, l’Agenzia delle Entrate ha precisato che questo può essere detratto dalla tasse di chi paga. Quindi alla prossima dichiarazione dei redditi sarà possibile provvedere alla detrazione.

La legge consente la sottrazione dei versamenti regolari al coniuge dopo la separazione, il divorzio o l’annullamento e tra questi sono compresi anche le somme coincise in sostituzione dell’assegno di mantenimento per il pagamento della rata di mutuo intestato all’ex.

La deduzione fiscale spetta per tutte quelle somme che devono essere corrisposte all’ex coniuge e sono deducibili dal reddito complessivo lordo di chi versa. Rientrano nella deduzione fiscale:

  • l’assegno per il mantenimento del coniuge;
  • l’assegno per gli alimenti necessari al coniuge se si trova in gravi difficoltà economiche.

Nel primo caso è possibile assicurarsi la deduzione fiscale solo per gli assegni periodici, nel secondo caso la deduzione è stabilita dal giudice. Per quanto riguarda il mantenimento dei figli, la parte di assegno a loro interessato non è deducibile.

Assegno di mantenimento coniuge 2017

L’assegno periodico versato al coniuge è deducibile dal 730 2017 e dal modello Unico. Quindi il denaro corrisposto all’ex possono essere portate in deduzione dalla dichiarazione dei redditi.

Tuttavia tali somme sono deducibili sono se sono presenti determinati requisiti, ossia:

  • separazione dei coniugi;
  • scioglimento o annullamento del matrimonio;
  • altro provvedimento di cessazione degli effetti civili del matrimonio, come il divorzio;
  • l’obbligo di corrispondere l’assegno periodico al coniuge deve essere emesso da un Giudice;
  • la deduzione deve riguardare solo la quota dell‘assegno corrisposto all’ex coniuge, poiché l’assegno di mantenimento dei figli non è deducibile dal reddito.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Coniuge a carico detrazione 2017: i requisiti e i nuovi impo... Detrazione per il coniuge a carico 2017 Dal 2016 l'Agenzia delle Entrate effettua diversi controlli in merito alle detrazioni fiscali che vengono sfruttate dai contribuenti, tra cui troviamo anche la detrazione coniuge a carico. Una conseguenza dell’utilizzo del modello 730 precompilato o ordinario...
Scadenze fiscali aprile 2017: le date importanti Scadenze fiscali aprile 2017: contribuenti e imprenditori Aprile è un mese denso di scadenze fiscali importanti sia per i contribuenti privati che per le piccole-medie imprese e per gli imprenditori. Al tempo stesso bisogna ricordare che la maggior parte degli appuntamenti riguarda le aziende e i l...
La Dichiarazione d’Intento per l’anno 2017 Cos'è la Dichiarazione d'Intento? La dichiarazione di intento è il documento con il quale l'esportatore abituale attesta, sotto la propria responsabilità, di avere i requisiti di legge per essere definito tale e manifesta al proprio fornitore la volontà di acquistare beni e servizi senza il pagamen...
Detrazioni Fiscali Figli a Carico 2017: quali sono le agevol... Prima di vedere quali sono le detrazioni fiscali figli a carico disponibili nel 2017, bisogna capire cosa si intende per "figli a carico". Significa che fiscalmente si hanno dei famigliari a carico e ciò comporta la detrazione fiscale dell'imposta Irpef per carichi di famiglia. Chi può essere consi...
Addio al Ticket Sanitario? Novità Aprile 2017 Ticket sanitario addio? Beatrice Lorenzin, ministro della salute, sta lavorando per eliminare il ticket sanitario per accedere alle cure sanitarie in ospedale. Il sistema attuale infatti andrebbe a penalizzare troppo le categorie più povere e deboli. Pare quindi sempre più probabile l'idea d...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *