Bonus Mamma Domani 2017

Tasse e Fisco
bonus figli a carico

Che cos’è il Bonus Mamma Domani 2017

Il Bonus Mamma Domani rappresenta una sorta di premio in denaro del valore di 800 euro pensato per le donne che diventeranno madri o che adotteranno un minore a partire dal giorno 1 gennaio del 2017 (comprese quelle che in tale data hanno compiuto almeno il settimo mese di gravidanza).

E’ quindi un sostegno destinato a incentivare i concepimenti e, di conseguenza, mira ad aumentare il tasso di natalità in Italia. Viene inserito all’interno della Legge di Bilancio del 2017 con l’intenzione di aiutare le mamme (che rispecchino i requisiti previsti) durante i primi periodi di vita dei neonati e soprattutto per fronteggiare le spese legate a questi mesi e a quelli precedenti alla nascita.

Il bonus si aggiunge al precedente bonus bebé, rappresentato da 80 euro erogati mensilmente e destinati a bambini in età compresa tra zero e tre anni più dei voucher per le spese degli asili nido. La differenza tra il Bonus Bebé ed il Bonus Mamma Domani è che il primo era destinato soltanto a persone con reddito dichiarato inferiore a 25000 euro annui, mentre il secondo riguarda qualsiasi fascia di reddito.

La Legge di Bilancio 2017 prevede lo stanziamento di importanti somme, ovvero 600 milioni di euro per poter garantire l’erogazione del bonus a un numero di famiglie pari a circa 700.000.

Mamme e famiglie che possono richiedere il Bonus Mamma Domani

Il Bonus Mamma Domani è destinato alle neo-mamme di bambini nati dal giorno 1 gennaio 2017 o per figli adottati o affidati a partire da quella data. Possono accedere all’incentivo anche le mamme che avranno raggiunto almeno il settimo mese di gestazione sempre in data 1 gennaio 2017. Il bonus viene erogato in un’unica soluzione.

Vediamo nel dettaglio a chi spetta il diritto di richiedere il Bonus Mamma Domani, considerata sempre la data di riferimento 1 gennaio 2017:

  • Donne che hanno partorito, anche se il parto è avvenuto precedentemente all’inizio dell’ottavo o nono mese di gravidanza;
  • Famiglie che hanno ottenuto affidamento pre-adozione o adozione;
  • Donne che hanno compiuto almeno il settimo mese di gestazione (o oltre).

Requisiti necessari per richiedere il Bonus Mamma Domani

Per poter accedere al Bonus Mamma Domani occorre soddisfare alcuni requisiti:

  • Residenza nel territorio italiano;
  • Cittadinanza italiana o all’interno della Comunità Europea.

Per quanto riguarda cittadine non comunitarie:

  • Devono possedere lo status di protezione sussidiaria o quello di rifugiato polito;
  • Devono possedere il permesso di soggiorno.

Come presentare la domanda per il Bonus Mamma Domani

Le ultime notizie riguardo al Bonus Mamma Domani parlano della possibilità di inoltrare le domande per poterlo richiedere a partire dai primi giorni di maggio. Per ora non è giunta ancora alcuna notizia ufficiale, anche se Gabriella Di Michele, la Direttrice Generale dell’INPS ha parlato del fatto che si sta lavorando affinché questo sia possibile.

Per poter richiedere il Bonus Mamma Domani occorrerà scaricare dal sito internet dell’INPS il modulo apposito e preparare i documenti da allegare.

I vantaggi del Bonus Mamma Domani

Le spese relative alla nascita di un bambino sono una cosa piuttosto nota. Sappiamo bene che un figlio rappresenta un vero e proprio sconvolgimento in una famiglia per quanto riguarda il bilancio economico. Quando arriva un bambino occorre acquistare tantissimi accessori (culla, lettini, pannolini, giocattoli, vestitini e così via).

Tuttavia le spese cominciano anche dai mesi precedenti alla nascita del neonato. Durante la gravidanza, infatti, le donne si trovano ad affrontare numerose visite, diversi esami diagnostici con delle spese anche notevoli. Il Bonus Mamma Domani mira ad aiutare anche le neo-mamme nei mesi antecedenti alla nascita, proprio per affrontare le spese relative a ecografie, esami, eventuali farmaci ecc.

Ecco i vantaggi:

  • un ottimo aiuto per le donne e le famiglie che stanno per avere un figlio;
  • incentivare il tasso di natalità, poiché disporre di una piccola somma per affrontare le prime spese può aiutare le persone a scegliere di avere un figlio;
  • sarà erogato indipendentemente dal reddito annuo e, quindi, sarà accessibile a qualsiasi famiglia, cosa che invece non avveniva con il vecchio Bonus Bebé. Questo vuol dire che finalmente non esisteranno discriminazioni di alcun tipo e chiunque potrà richiederlo, semplicemente rispettando pochi requisiti;
  • riguarda anche i minori adottati, non soltanto quelli nati in maniera biologica. Questo vuol dire che punta ad aiutare ed incentivare anche le adozioni, cercando di diminuire il numero di bambini presenti in istituti o orfanotrofi.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Modello 770/2016: scadenza e modalità di presentazione 770/2016: Scadenza naturale e successiva proroga di presentazione Il termine ultimo di presentazione del modello 770/2016 è prorogato per il prossimo 15 settembre 2016. Una gran bella notizia per chi ancora non ha predisposto tutti gli accorgimenti di natura fiscale. Il modello 770/2016. In prec...
Contributi forfettari 2017: chi può beneficiare della riduzi... Riduzione contributi forfettari: come funziona I titolari di partita IVA con regime forfettario che svolgono attività d’impresa possono beneficiare di una riduzione dei contributi forfettari Inps 2017. Questi infatti possono beneficiare di una diminuzione in misura del 35% rispetto ai contributi or...
Contributi Inps Professionisti 2017 e gestione separata Gestone Separata Inps 2017: Come versare i contributi Assieme all'attività si deve necessariamente aprire una posizione previdenziale, all'Inps o alle casse di categoria, versando i contributi pensionistici, pratica sempre molto odiata dai professionisti ma poi amata durante la vecchiaia. Se non si...
Riforma Bilancio 2017: cosa cambia per le aziende La riforma del bilancio del 2016 porterà con se davvero molte novità per quanto riguarda diversi settori dell’economia italiana. Perfino le aziende e le imprese avranno a che vedere con questa riforma, che ha già fatto parlare di se per l’abolizione di equitalia, facendola passare sotto il contro...
Detrazioni Fiscali Figli a Carico 2017: quali sono le agevol... Prima di vedere quali sono le detrazioni fiscali figli a carico disponibili nel 2017, bisogna capire cosa si intende per "figli a carico". Significa che fiscalmente si hanno dei famigliari a carico e ciò comporta la detrazione fiscale dell'imposta Irpef per carichi di famiglia. Chi può essere consi...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *