Cartella esattoriale Equitalia: quando è possibile non pagarla?

Tasse e Fisco

Cosa fare quando si riceve una cartella esattoriale Equitalia:

Una cartella Equitalia può arrivare per diverse ragioni, ma non sempre deve essere pagata. Ci sono situazioni infatti che consentono al contribuente di non pagare la cartella esattoriale. Ma vediamo passo per passo come comportarsi quando si riceve una cartella esattoriale Equitalia.

Una volta ricevuta la cartella, la prima cosa da controllare è la tempistica con cui è stata notificata. In altre parole si deve prendere nota del giorno in cui la cartella arriva a casa. A questo punto l’aspetto su cui soffermarsi è: in precedenza ci è stata recapitata una notifica del debito? E se sì, la notifica è stata fatta in maniera valida?

Poniamo che una cartella venga notificata in seguito a una multa. Chi la riceve deve verificare se in passato ha ricevuto la notifica del relativo verbale. Nella cartella sono riportati la data e gli estremi del verbale. Tuttavia questo non chiarisce se l’eventuale notifica è o meno valida e allo stesso tempo non dà alcuna certezza sulla tempistica. Fattore fondamentale ai fini della prescrizione.

Ricerca notifica cartella esattoriale: come procedere

Nella maggioranza dei casi infatti sono necessarie delle ulteriori verifiche, che vanno svolte presso Equitalia o direttamente rivolgendosi all’ente creditore, che può essere l’Agenzia delle entrate, il Comune, l’Inps e così via, a seconda della ragione per cui si riceve la notifica.

Ad entrambi i casi,  il soggetto che riceve la notifica può richiedere all’ente presso cui si è recato di esibire le copie originali del verbale o della documentazione sulla base della quale si invia la cartella. È possibile anche estrarre copia delle relate di notifica, ossia dei documenti che attestano la notifica al destinatario. In altre parole si tratta delle cartoline di ricevuta di ritorno della notifica.

La notifica è valida se:

  • la cartolina è firmata dal destinatario o da un’altra persona abilitata (conviventi, congiunti, portinai, addetti all’azienda);
  • è avvenuta per compiuta giacenza.

Equitalia: quando la cartella esattoriale va in prescrizione?

Questa documentazione è importantissima perché permette di verificare se la notifica è avvenuta in tempo per interrompere la prescrizione. Per le multe il termine di prescrizione previsto è di 5 anni. La cartella deve quindi essere notificata entro di 5 anni dalla data in cui è stata commessa la.

Se sono passati più di 5 anni, il credito è prescritto e la cartella può essere impugnata per mancato rispetto dei termini previsti per legge. Invece se sono passati meno di 5 anni, o facendo delle ricerche emerge che è stata fatta una notifica valida, il termine per la prescrizione non è decorso.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Assegno di mantenimento coniuge 2017: detrazioni fiscali pos... Assegno di mantenimento coniuge: quali sono le detrazioni fiscali possibili? L’assegno di mantenimento al coniuge può essere dedotto dalle tasse? L'Agenzia delle Entrate ha detto sì, ma vediamo nel dettaglio come funziona. Quando può essere applicata la deduzione fiscale? Per quan...
Coniuge a carico detrazione 2017: i requisiti e i nuovi impo... Detrazione per il coniuge a carico 2017 Dal 2016 l'Agenzia delle Entrate effettua diversi controlli in merito alle detrazioni fiscali che vengono sfruttate dai contribuenti, tra cui troviamo anche la detrazione coniuge a carico. Una conseguenza dell’utilizzo del modello 730 precompilato o ordinario...
La prossima scadenza per la presentazione del Modello 730 e ... L'Unico 2016 e il Modello 730 andava presentato entro il 30 settembre ma per chi avesse commesso errori nella compilazione o avesse omesso dati rilevanti al fine delle detrazioni fiscali nell’ambito della dichiarazione dei redditi già presentata, il 25 ottobre è il termine ultimo per presentare un m...
Sanzioni 730 2017: Omessa dichiarazione dei redditi Scadenza 730: Come funziona? La scadenza per la presentazione dei redditi è il 30 settembre, fissata per ogni anno. Dopo questa data iniziano controlli e sanzioni per chi non ha presentato il 730. Attenzione più passa il tempo e maggiori possono essere le multe in cui è possibile imbattersi. Anc...
Dichiarazione IVA 2017: scadenze e modalità di presentazione... Dichiarazione IVA: le novità del 2017 Manca poco alla scadenza per la dichiarazione IVA 2017, adempimento fiscale che dovrà essere assolto entro il 28 febbraio 2017. Ma come fare? Cosa cambia a partire a dal 2017? Sono queste le domande a cui cercheremo di rispondere nel nostro articolo. Ma andiamo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.