Costo Revisione Auto 2017: Scadenze e novità

Diritto
Costo revisione auto

E’ giunto il momento della revisione auto e volete informazioni sui costi, le modalità ed i termini di legge per effettuarla? Bene l’obiettivo di questo articolo è proprio quello di fare chiarezza.

Ogni quanto devo fare la revisione auto?

Iniziamo innanzitutto con le informazioni generali. Tutti i veicoli presenti sulle nostre strade, devono obbligatoriamente per legge essere sottoposti a revisione periodica. Escludiamo i camion e parliamo dei mezzi che vengono guidati principalmente dai consumatori italiani ovvero auto e moto.

Le revisioni dei veicoli hanno cadenza periodica: la revisione va effettuata dopo i primi quattro anni dall’acquisto del veicolo (nuovo) e successivamente ogni 2 anni. Allo scadere dei primi quattro anni, la revisione andrà effettuata entro la fine del mese in cui l’automobile è stata immatricolata mentre per quelle successiva dovrà essere effettuata entro la fine del mese in cui è stata fatta la precedente revisione.

Quanto dura questa operazione?

La revisione del vostro veicolo non dura più di una trentina di minuti, quindi non è un’operazione eccessivamente lunga e non dovrete lasciare la vostra auto ferma nemmeno un giorno. Dovrete ovviamente cercare un centro revisione abilitato, per comodità vostra meglio nelle vicinanze in cui abitate.

Non è necessario di solito prendere appuntamento, ciò nonostante vi consiglio di farlo: in questo modo eviterete tempi di attesa per automobilisti che sono giunti prima di voi. Il documento necessario che dovrete portare con voi è la carta di circolazione in originale.

Cosa viene controllato durante la revisione?

Durante la revisione vengono controllati diversi organi della macchina: lo stato di usura delle gomme, lo stato dei freni, vengono verificati eventuali giochi presenti sullo sterzo e le condizioni di braccetti e ammortizzatori. Infine vengono verificate le emissioni della nostra vettura. Una volta che le verifiche saranno completate, sul retro verrà applicata un’etichetta con la scritta “regolare” recante la data della revisione.

In caso, invece, venisse trovato qualcosa di anomalo, il centro provvederà a scrivere “da ripetere”: da quel giorno avrete un mese di tempo per risolvere il problema che non permette di far passare la revisione alla vostra auto e tornare poi a convalidare la revisione dal centro autorizzato.

Infine sussiste la possibilità che il centro revisioni dichiari l’auto “sospesa”: a quel punto la vostra vettura non potrà più circolare se non per andare in un’officina nelle vicinanze per espletare le dovute riparazioni.

I costi della revisione auto

Vediamo ora quanto dovrete spendere per far revisionare il vostro veicolo. Le tariffe sono le seguenti:

  • Costo per revisionare il veicolo: 45 euro;
  • Iva sul costo della revisione pari al 22% come da legge: 9,90 euro;
  • Diritti di Bollo per la motorizzazione: 9 euro;
  • Spesa postale: 1,78 euro;

Facendo, quindi, una rapida somma, otterremo che il costo della revisione è pari a 65,68 euro.

Revisioni Facili: Novità e anticipazioni 2017

Dal 2016 sono stati inoltre inaspriti i controlli per le cosiddette “revisioni facili”: sarà sempre più difficile passare la revisione pagando ma non facendo controllare l’autovettura. Infatti da Gennaio 2016 tutto il procedimento ed i controlli che effettueranno gli operatori devono essere obbligatoriamente filmati in tempo reale, connessi direttamente al server della motorizzazione.

Una volta completati i controlli, il filmato verrà archiviato sui server della motorizzazione e rimarrà disponibile per eventuali controlli.

Non si sa ancora molto, ma sembra che dopo l’introduzione della registrazione obbligatoria, nel 2017 possano essere inserite regole ancora più stringenti. Sarebbero previsti dei corsi appositi per i revisori e l’esito regolare sarà più dettagliato: dovrebbe essere una sorta di pagellina sullo stato dei componenti della nostra macchina che deciderà se potremo circolare o meno.

Revisione Scaduta Auto: Cosa succede in caso di controllo?

Se veniste fermati senza aver fatto la revisione del vostro mezzo, allora scatterebbe una multa di 168 euro oltre al fermo del mezzo che potrà essere utilizzato solo per raggiungere il più vicino centro di revisione. Una volta ottenuto l’esito regolare del revisore e aver pagato la multa, si potrà tornare a circolare normalmente. Segnatevi quindi la data della vostra revisione auto sul calendario!

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Bonus bebè 2017: guida a tutte le novità previste Il bonus bebè 2017 potrebbe raddoppiare. Queste le linee principali del progetto di Beatrice Lorenzin, che spinge ormai da mesi per aumentare la cifra messa a disposizione delle coppie che decidono di mettere al mondo un figlio. Bonus nuovi nati: ecco cosa succederà il prossimo anno Il ministro de...
Congedo parentale: cos’è, a chi spetta e come funziona Il congedo parentale è un periodo di lontananza dall’attività professionale che spetta ai lavoratori e alle lavoratrici che diventano genitori. Nella platea dei beneficiari sono inclusi anche i contribuenti assicurati ex IPSEMA. Maternità facoltativa: fino a quanto spetta Il congedo parentale, not...
Registrazione marchio: tempistiche e modalità La registrazione marchio è una fase cruciale per chi vuole proteggere la proprietà di un prodotto o di un servizio. Per le aziende è un ulteriore vantaggio, in quanto consente di avere maggiori chance di fiducia da parte dei consumatori. Cosa devi sapere prima di registrare un marchio Prima di pro...
Agevolazioni Legge 104: Permessi e agevolazioni per disabili... La Legge quadro 104 del 1992 disciplina la materia di assistenza, integrazione sociale e vari diritti delle persone affette da disabilità diretta a consentire una vita dignitosa agevolando le condizioni di chi soffre dell’handicap e di chi presta loro sostegno. Risponde all’esigenza che uno Stato ci...
Tabella assegni familiari: ecco cosa ha stabilito l’INPS L’aggiornamento della tabella assegni familiari viene messo in atto ogni anno dall’INPS, che fornisce specifiche in merito agli importi e ai limiti reddituali per l’accesso alla prestazione. Assegno familiare 2017: ecco cosa succederà Per quanto riguarda l’attuale situazione della tabella assegni ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *