Detrazioni Assicurazione 2017: novità aprile 2017

Tasse e Fisco

Detrazioni Assicurazione 2017 nel 730

La denuncia dei redditi è alle porte, di conseguenza la maggior parte degli italiani comincia a recuperare scontrini fiscali, fatture e spese mediche. L’obiettivo è diminuire il più possibile l’importo delle tasse. Tuttavia ultimamente vi sono diverse novità in arrivo come la detrazione spese sportive per i propri figli oppure le detrazioni assicurazione 2017.

Detrazioni Assicurazione 2017: le caratteristiche

Dal 1°gennaio 2014 il Decreto legge n.102 del 2013 ha stabilito che la spese inerenti la sola RC auto non sono più detraibili. Tuttavia alcune spese per l’assicurazione possono essere dedotte. Non sono inclusi tutti i premi assicurativi.

Le spese detraibili per l’assicurazione auto sono le somme pagate dal contribuente per pagare i premi assicurativi. La detrazione stabilita è del 19% fino ad un tetto massimo di 1.291,14€ per le assicurazioni con rischio autosufficienza e di 530€ per le polizze sulla vita e infortuni al conducente.

Ai fini della detrazione assicurazione 2017 è necessario scindere tra:

  • contratti di assicurazione sulla vita e infortuni stipulati entro il 31 dicembre del 2000;
  • contratti stipulati o rinnovati dal 1 gennaio del 2001.

Assicurazioni stipulate e rinnovate entro il 31 dicembre 2000

La detrazione è del 19% nel caso in cui:

  • il contratto non implica la concessione di prestiti per tutto il periodo di durata minima;
  • la durata del contratto sia di minimo 5 anni;
  • è incluso il contratto di polizze assicurative su infortuni del conducente dell’auto.

Assicurazioni stipulate o rinnovate dal 1 gennaio 2001

La detrazione del 19% spetta se:

  • il contratto prevede un rischio d’invalidità maggiore del 5%;
  • il contratto include il rischio di morte e il rischio di non autosufficienza;
  • se non permette alla compagnia assicurativa di recedere.

Detrazioni Assicurazione 2017: importi e limiti

Dal 2014 sono state fissate nuove soglie di detraibilità dei premi assicurativi, validi ancora oggi, ossia:

  • Assicurazioni sulla vita530€ è il limite massimo di spesa da detrarre sul 730 e per i premi relativi a rischio di morte o invalidità non inferiore al 5% per i contratti stipulati a partire dal 2001;
  • Assicurazione conducente: le spese detraibili sono quelle relative alle polizze degli infortuni per il conducente;
  • Assicurazioni per il rischio di non autosufficienza: il tetto massimo è di 1.291,14€ annuo, al netto dei premi pagati per le assicurazioni di rischio di morte o invalidità;

Detrazioni assicurazione 2017: documenti necessari

I documenti richiesti per poter usufruire della detrazione assicurazione 2017 che il contribuente deve conservare sono la copia della ricevuta di pagamento del premio versato e il contratto d’assicurazione o certificazione rilasciata dalla compagnia assicuratrice. Quest’ultimo deve indicare:

  • Nome dell’assicurato;
  • Tipologia del contratto e la sua decorrenza;
  • Importi rilevanti;
  • Per le polizze assicurative con il rischio di non autosufficienza è obbligatoria l’ indicazione che l’impresa assicuratrice non può recedere dal contratto;
  • Per i contratti sottoscritti o rinnovati entro il 31 dicembre 2000 deve essere indicato che il contratto ha una durata non inferiore ai 5 anni e che, nel periodo di durata minima, non è consentita la concessione di prestiti.

 

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Detrazioni fiscali per colf e badanti 2017 Detrazioni fiscali 2017: contributi per colf e badanti Sempre più italiani sono costretti a chiedere l'aiuto di un addetto all'assistenza personale, come colf o badanti, per le persone non autosufficienti. E' bene sapere che è possibile usufruire di detrazioni fiscali 2017 tramite la dichiarazione ...
Anomalie Spesometro e Dichiarazione dei Redditi 2017: scatta... Arrivano le comunicazioni sulle anomalie dello Spesometro L'Agenzia delle Entrate ha iniziato le verifiche delle imprese le cui Dichiarazioni dei Redditi presentano anomalie rispetto allo Spesometro. Sono circa 30.000 le e-mail inviate dall'ente agli indirizzi di posta elettronica certificata di al...
Imposta bollo conto corrente e conto deposito per il 2017 In un contesto di tassi sugli interessi praticamente a zero sui soldi presenti sui nostri conti bancari, per chi dispone di somme liquide oltre a non guadagnare nulla nel tenerle a disposizione, deve anche pagare l’imposta annuale sui conti correnti , introdotta ormai qualche anno fa attraverso il d...
Regime Forfettario 2017: che cos’è, come funziona e a ... Che cos'è il Regime Forfettario 2017? Il Regime Forfettario 2017 è il regime fiscale e naturale che spetta a chi ha intenzione di avviare un' impresa. Il titolare di una nuova partita IVA nel 2017 ha la possibilità di accedere di diritto nel regime contabile agevolato. Come deve comportarsi chi ...
Giacenza media: di cosa si tratta e come calcolarla La giacenza media è l’importo presente su un conto corrente bancario o su un libretto di risparmio in un determinato lasso di tempo. Conoscere le modalità per calcolarla è molto importante, in quanto tale dato è utili ai fini del rilascio della Dichiarazione Sostitutiva Unica. Giacenza conto cor...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *