Detrazioni Assicurazione 2017: novità aprile 2017

Tasse e Fisco

Detrazioni Assicurazione 2017 nel 730

La denuncia dei redditi è alle porte, di conseguenza la maggior parte degli italiani comincia a recuperare scontrini fiscali, fatture e spese mediche. L’obiettivo è diminuire il più possibile l’importo delle tasse. Tuttavia ultimamente vi sono diverse novità in arrivo come la detrazione spese sportive per i propri figli oppure le detrazioni assicurazione 2017.

Detrazioni Assicurazione 2017: le caratteristiche

Dal 1°gennaio 2014 il Decreto legge n.102 del 2013 ha stabilito che la spese inerenti la sola RC auto non sono più detraibili. Tuttavia alcune spese per l’assicurazione possono essere dedotte. Non sono inclusi tutti i premi assicurativi.

Le spese detraibili per l’assicurazione auto sono le somme pagate dal contribuente per pagare i premi assicurativi. La detrazione stabilita è del 19% fino ad un tetto massimo di 1.291,14€ per le assicurazioni con rischio autosufficienza e di 530€ per le polizze sulla vita e infortuni al conducente.

Ai fini della detrazione assicurazione 2017 è necessario scindere tra:

  • contratti di assicurazione sulla vita e infortuni stipulati entro il 31 dicembre del 2000;
  • contratti stipulati o rinnovati dal 1 gennaio del 2001.

Assicurazioni stipulate e rinnovate entro il 31 dicembre 2000

La detrazione è del 19% nel caso in cui:

  • il contratto non implica la concessione di prestiti per tutto il periodo di durata minima;
  • la durata del contratto sia di minimo 5 anni;
  • è incluso il contratto di polizze assicurative su infortuni del conducente dell’auto.

Assicurazioni stipulate o rinnovate dal 1 gennaio 2001

La detrazione del 19% spetta se:

  • il contratto prevede un rischio d’invalidità maggiore del 5%;
  • il contratto include il rischio di morte e il rischio di non autosufficienza;
  • se non permette alla compagnia assicurativa di recedere.

Detrazioni Assicurazione 2017: importi e limiti

Dal 2014 sono state fissate nuove soglie di detraibilità dei premi assicurativi, validi ancora oggi, ossia:

  • Assicurazioni sulla vita530€ è il limite massimo di spesa da detrarre sul 730 e per i premi relativi a rischio di morte o invalidità non inferiore al 5% per i contratti stipulati a partire dal 2001;
  • Assicurazione conducente: le spese detraibili sono quelle relative alle polizze degli infortuni per il conducente;
  • Assicurazioni per il rischio di non autosufficienza: il tetto massimo è di 1.291,14€ annuo, al netto dei premi pagati per le assicurazioni di rischio di morte o invalidità;

Detrazioni assicurazione 2017: documenti necessari

I documenti richiesti per poter usufruire della detrazione assicurazione 2017 che il contribuente deve conservare sono la copia della ricevuta di pagamento del premio versato e il contratto d’assicurazione o certificazione rilasciata dalla compagnia assicuratrice. Quest’ultimo deve indicare:

  • Nome dell’assicurato;
  • Tipologia del contratto e la sua decorrenza;
  • Importi rilevanti;
  • Per le polizze assicurative con il rischio di non autosufficienza è obbligatoria l’ indicazione che l’impresa assicuratrice non può recedere dal contratto;
  • Per i contratti sottoscritti o rinnovati entro il 31 dicembre 2000 deve essere indicato che il contratto ha una durata non inferiore ai 5 anni e che, nel periodo di durata minima, non è consentita la concessione di prestiti.

 

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Dichiarazione dei Redditi 2017: chi è esonerato? Dichiarazione dei Redditi 2017: una panoramica su tutti i cittadini che possono evitare di compilarla Come ogni anno, la dichiarazione dei redditi 2017 crea confusione: vediamo chi sono i soggetti che sono esonerati dal dover presentare la dichiarazione ed ovviamente le motivazioni che riguardano q...
Addio agli Studi di settore nel 2017 ed arrivo delle semplif... Studi di settore e indicatori di fedeltà fiscale Dal 2017 arrivano gli indicatori di fedeltà fiscale, poi un successivo decreto stabilità lo stop ai controlli, finiranno così gli studi di settore per la gioia delle imprese. Studi di settore: addio in 2 tempi Si profila quindi un addio in 2 tempi ...
Esenzione canone Rai 2017: come inviare la disdetta. Procedu... Canone Rai 2017: come richiedere l’esenzione in bolletta Gli intestatari di un’utenza elettrica ma che non sono in possesso di nessun televisore non sono tenuti a pagare il canone Rai. Per richiedere l’esenzione canone Rai 2017 è necessario inviare all’Agenzia delle Entrate l’apposito modulo così d...
Detrazioni fiscali per colf e badanti 2017 Detrazioni fiscali 2017: contributi per colf e badanti Sempre più italiani sono costretti a chiedere l'aiuto di un addetto all'assistenza personale, come colf o badanti, per le persone non autosufficienti. E' bene sapere che è possibile usufruire di detrazioni fiscali 2017 tramite la dichiarazione ...
Spesometro 2017: che cos’è, come funzione e come si co... Spesometro 2017: istruzioni Lo Spesometro 2017 è uno degli ultimi strumenti ideati dal Fisco e messi a servizio del cittadino con partita IVA: si tratta del rendiconto di tutte le azioni ai fini IVA effettuate da un soggetto durante il corso d'anno in analisi, per poter verificare se il tenore di v...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *