Detrazioni Fiscali Climatizzatori: guida 2017

Casa e Ambiente

Detrazioni Fiscali Climatizzatori 2017: tutte le agevolazioni

Anche se la bella stagione stenta a decollare, come ogni anno, è necessario cominciare a pensare agli impianti di climatizzazione. Sarete felici di sapere che sono previste delle detrazioni fiscali climatizzatori per il 2017.

L’interesse verso i climatizzatori ad alta efficienza è sempre più alto. Questi apparecchi sono progettati per avere un impatto minore sull’ambiente e garantire al tempo stesso alte prestazioni. Alla luce di ciò lo Stato ha deciso di aiutare le famiglie che investono in impianti a basso impatto ambientale tramite le detrazioni fiscali climatizzatori 2017.

Come scegliere il sistema di climatizzazione migliore?

Una panoramica sui sistemi di climatizzazione:

  • mono-split: a climatizzazione fissa. Un’unità esterna è collegata a un apparecchio interno: si tratta di una scelta utile nei casi in cui non si devono climatizzare aree troppo grandi;
  • multi-split: a climatizzazione fissa. E’ un sistema molto utilizzato per raffreddare ampi spazi, infatti è molto usato nelle realtà commerciali e industriali che necessitano di rinfrescare molte stanze. Si caratterizza per la presenza di più apparecchi collegati ad un’unità esterna;
  • il climatizzatore canalizzato è usato per le abitazioni di grandi dimensioni, magari strutturate su più piani. Dal punto di vista del funzionamento si caratterizza per la presenza di tubi all’interno nei quali scorre l’aria che viene immessa negli ambienti mediante delle bocchette. Il climatizzatore permette di controllare la temperatura e il livello di umidità presente in casa;
  • impianti fissi: come quelli a pavimento, soffitto e controsoffitto. Un esempio classico è costituito dai climatizzatori a cassetta, un impianto posizionato sul soffitto di casa e volto a diffondere aria fredda in modo uniforme;
  • impianti mobili: una soluzione pratica per chi non vuole installare un sistema fisso in casa. Infatti la struttura è costituita da un corpo unico su ruote in modo tale da essere trasportato nei vari ambienti. Solitamente viene realizzato un foro nella finestra in cui installare il tubo per far uscire l’aria.

Detrazioni Fiscali Climatizzatori 2017: tutte le opzioni

Grazie alle detrazioni fiscali climatizzatori è possibile acquistare un prodotto senza risentire troppo della spesa: attualmente si può beneficiare di diverse agevolazioni ossia:

  • per ristrutturazioni edilizie;
  • per efficienza energetica, ossia l’ ecobonus.

Inoltre la riforma delle tariffe elettriche, che riguarda le pompe di calore, sarà presto ultimata. Questa nuova riforma permetterà di migliorare la potenza elettrica senza incidere negativamente nei costi.

Ecco uno schema delle percentuali di detrazioni fiscali climatizzatori:

  • del 50% per i condizionatori non ad alta efficienza che integrano o sostituiscano un impianto precedente. Questo tipo di agevolazione riguarda le persone fisiche che possono detrarre fino a un massimo di 96.000€ per edificio;
  • del 65% per i condizionatori con pompa di calore ad alta efficienza energetica. La normativa specifica che i condizionatori devono essere installati per sostituire l’impianto precedente. Le spese possono essere detratte fino a un massimo di 30 mila euro. La detrazione è stata confermata dalla Legge di Bilancio fino al 31 dicembre 2017;
  • fino al 75% per chi abita in un condominio. Può usufruirne fino al 2021.

Il conto termico 2.0

E’ necessario inoltre citare il conto termico 2.0, un sistema d’incentivi pensato per incrementare l’efficienza energetica. Lo Stato ha deciso di fornire un aiuto economico a chi usufruisce di sistemi eco-compatibili.

Questo incentivo riguarda i climatizzatori a pompa di calore che devono essere installati in sostituzione di un impianto di riscaldamento preesistente. Se il costo dell’impianto non supera in 5.000€ l’incentivo viene erogato in un’unica soluzione oppure in due anni per gli impianti che arrivano fino ai 35 kW.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Detrazioni fiscali e risparmio energetico 2017: come funzion... Detrazioni fiscali e risparmio energetico: novità 2017 Se avete in programma di effettuare dei lavori di ristrutturazione per il risparmio energetico avete la possibilità di usufruire di specifiche detrazioni fiscali. Le agevolazioni fanno riferimento a tutti quei lavori che permettono di mi...
Detrazione 36 o 50? La scelta dell’opzione più conveniente... Detrazione 36 o 50? Il contribuente può scegliere l’opzione più conveniente. Per quanto riguarda gli interventi di ristrutturazione il cittadino ha la facoltà di sceglie quale bonifici portare in detrazione, fatta eccezione quelli detraibili al 36 per cento (antecedenti il 26 giugno 2012). Dopo tale...
Sismabonus 2017: come diminuire il rischio sismico Sismabonus 2017: che cos'è, requisiti, a chi spetta e come ottenerlo Negli ultimi anni diverse zone e regioni italiane sono state inaspettatamente colpite da violenti terremoti. In diversi casi abitazioni più o meno recenti non hanno retto alle scosse poiché non erano stati costruiti rispettando le...
Detrazioni spese condominiali 2017- Guida Utile Le spese sostenute per i lavori riguardanti parti in comune del condominio, sono soggette ad alcune detrazioni fiscali come succede di fatto, anche per gli esborsi riguardanti l'immobile di proprietà. Detrazioni per lavori condominiali: cosa prevede la legge Il Codice Civile definisce quali sono l...
Mini Imu 2014: serve chiarezza sui Comuni e le città che dev... Mini Imu 2014: serve chiarezza sui Comuni e le città che devono pagare. La mini imu è arrivata e c’è ancora confusione su chi e quanto debba pagare. come conoscere le aliquote da applicare ? Bologna, Milano, Perugia, Potenza, Napoli, Palermo: queste sono solo alcune tra le città in cui il 24 genn...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.