Detrazioni Fiscali Mutuo 2017: come risparmiare?

Casa e Ambiente

E’ quello immobiliare il settore tra i più positivamente interessati dai provvedimenti, in parte ex novo in parte riconfermati, della Legge di Stabilità attualmente in vigore.

Una scelta programmatica importante che denota chiaramente come il Governo sia fortemente interessato a mettere in campo ingenti risorse per favorire la ripresa del comparto edilizio.

Attorno ad esso infatti, ruota oltre il 40% dell’economia globale e che recentemente ha duramente sofferto. In dettaglio, vediamo cosa prevede la normativa.

Interventi sul patrimonio edilizio esistente

E’ stata prorogata di un anno la detrazione fiscale pari al 50% delle spese sostenute, per un massimo di 96.000 euro, in caso di:

  • interventi di ristrutturazione;
  • acquisto di elettrodomestici e mobili energeticamente efficienti.

Dal 50% si passa al 65% nel caso in cui ad essere interessato ai lavori sia un condominio e non una singola unità immobiliare; se gli interventi riguardano oltre il 25% della superficie disperdente dell’edificio, si può arrivare ad ottenere il 70% di detrazione.

Detrazioni fiscali del 75% per il risparmio energetico dei condomini

Dimostrando, mediante appositi calcoli effettuati da tecnici abilitati, che l’immobile ha migliorato considerevolmente il proprio comportamento energetico globale, sia durante il periodo invernale sia durante il periodo estivo, gli incentivi fiscali possono raggiungere il 75% delle spese effettuate, per un massimo di 40.000 euro.

Esperti tecnici ENEA vengono inviati a campione per verificare la veridicità di quanto dichiarato. Aspre sanzioni e severi provvedimenti sono previsti in caso di falso per tutti i soggetti diversamente coinvolti.

Detrazioni fiscali mutuo: acquistare casa

Chiunque sia interessato all’acquisto di una abitazione deve sapere che la legge prevede tre diverse tipologie di compra-vendita:

  • Acquisto dal costruttore

Comprando direttamente dal costruttore o dall’impresa costruttrice, si può richiedere una detrazione sull’imposta Irpef pari al 50% dell’Iva versata, da spalmarsi su di un arco di tempo pari a 10 anni. La detrazione viene riconosciuta soltanto se questa tipologia di acquisto riguarda edifici di tipo residenziale appartenenti alle classi di efficienza energetica A e B.

  • Acquisto mediante leasing

Se l’acquisto avviene attraverso la formula finanziaria del leasing, l’acquirente può godere di una detrazione fiscale pari al 19% dell’importo mensilmente versato per il riscatto (canone ed oneri accessori). Gli importi massimi su cui calcolare le detrazioni dimezzano dopo i 35 anni. Partendo da 20.000 euro, il riscatto, e 8.000 euro, il canone e gli oneri.

  • Acquisto mediante mutuo ipotecario

Acquisto mediante mutuo ipotecario (prima casa)

Scegliendo questa possibilità finanziaria di acquisto, il mutuatario può ottenere la detrazione fiscale pari al 19% degli interessi passivi erogati per un importo massimo di 4.000 euro.

In questo caso, la normativa non prevede alcun tipo di particolari caratteristiche dell’immobile oggetto di compra-vendita, che può, quindi, anche, appartenere al patrimonio edilizio esistente (e non essere di nuova costruzione) ed essere energeticamente non efficiente.

Chi può accedere all’agevolazione?

Hanno diritto alla detrazione fiscale del 19%:

  • l’acquirente intestatario del mutuo;
  • i titolari di un mutuo cointestato;
  • gli acquirenti nel caso di un unico mutuo.

La condizione “sine qua non” la detrazione non viene concessa è fare molta attenzione alla tempistica tra operazione di acquisto ed accensione del relativo mutuo; il tutto deve avvenire nell’arco di tempo di un anno.
Non fa differenza quale sequenza si sceglie di seguire, se prima stipulare il contratto di acquisto e poi quello di mutuo o il contrario; fondamentale è che il tutto avvenga entro 12 mesi.

Come funziona l’incentivo fiscale in caso di separazione?

In caso di separazione si può continuare a godere dell’incentivo fiscale fino a quando l‘immobile rimane abitazione principale di un familiare del coniuge separato. Nel caso in cui, a seguito di sentenza di divorzio si venga a modificare la figura del mutuatario, come ad esempio il caso in cui il mutuo venga preso in carico dall’altro coniuge, questo diviene il beneficiario unico della detrazione fiscale se:

  1. l’accollo del mutuo viene formalizzato da scrittura privata autenticata o da atto pubblico;
  2. le quietanze degli interessi devono essere accompagnate da una dichiarazione attestante il pagamento dell’intero onere da parte del precedente coniuge, anche relativamente alla quota parte dell’altro.

Il mutuatario perde il diritto alla detrazione se l’immobile non risulta più la sua prima abitazione a meno che non vi rimangano ad abitare i figli.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Detrazioni ristrutturazioni 2016: le proroghe previste dalla... Detrazioni Ristrutturazioni 2016 Legge di Stabilità: verso la proroga Ogni anno i contribuenti rimangono con il fiato sospeso. La proroga delle detrazioni, infatti, non è mai scontata: le difficoltà di bilancio che l’Italia è costretta ad affrontare frenano ogni volta qualsiasi entusiasmo apriorist...
Detrazioni fiscali casa 2015: novità dalla legge di Stabilit... Detrazioni fiscali casa 2015: cosa definisce la nuova legge di Stabilità 2015? La legge di Stabilità 2015 ha condotto alla proroga del bonus mobili. L’Esecutivo Renzi, con la nuova manovra economica 2015, ha disposto vari interventi nell’ottica di definire una proroga del bonus casa. Sono quindi co...
Detrazioni fiscali 2014: risparmio energetico e ristrutturaz... Detrazioni fiscali 2014: risparmio energetico e ristrutturazioni. Ci potrebbero essere delle novità nel campo delle detrazioni fiscali 2013 e 2014 inseguito all’introduzione degli emendamenti della Legge di stabilità. In primo luogo abbiamo la stabilizzazione dell’ecobonus, ovvero delle detrazioni f...
Ristrutturare Casa Incentivi 2017: quali sono le detrazioni ... Ecco quali sono tutti i vari bonus che potranno essere sfruttati nel momento in cui si decide di procedere con l'avvio dei lavori per ristrutturare la propria casa. I bonus per i lavori di ristrutturazione Il primo gruppo di bonus per il 2017, sul fronte ristrutturazione della casa, sono destinati...
Come sfruttare iva agevolata edilizia al 10%? Come sfruttare iva agevolata edilizia al 10%? Sfruttando le modifiche delle Legge Finanziaria 2010 le opere di manutenzione ordinaria compiute su edifici a prevalente destinazione abitativa possiamo scegliere iva agevolata edilizia al 10%. Cerchiamo di capire meglio quali sono le caratteristiche di ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *