Detrazioni lavoro dipendente 2015

Impresa e Lavoro
Detrazioni lavoro dipendente 2015

Detrazioni lavoro dipendente 2015: cosa cambia con la Legge di Stabilità

Grazie alle detrazioni destinate al lavoro dipendente, i lavoratori, anche se in possesso di contratti professionali a progetto e altri assimilati, hanno l’opportunità di calmierare la pressione fiscale relativa al reddito. Con l’approvazione della Legge di Stabilità 2014 sono state prodotte rilevanti modifiche normative, tanto che da quest’anno è in vigore un nuovo sistema di computo delle detrazioni da lavoro dipendente.

Detrazioni lavoro dipendente 2015, le novità

Le principali modifiche prodotte dalla Legge di Stabilità interessano i seguenti elementi chiave:

  • se il reddito del dipendente è inferiore a 8mila euro, la detrazione è incrementata di 40 euro (1.880 euro complessivi);
  • sono state sostituite le lettere b) e c) comma 127 dell’articolo 1 della Legge n. 147 – 2013, che interessano la detrazione per quanti hanno un reddito superiore a 8mila euro;
  • si è verificata l’abrogazione del comma 2 dell’articolo 1 della Legge n. 147 del 2013 inerente una detrazione aggiuntiva nel caso di reddito compreso tra i 23mila e i 28mila euro.

L’entità della detrazione è da porre in relazione al periodo lavorativo nell’anno e al reddito globale in modo inversamente proporzionale. In altri termini, maggiore sarà il reddito, tanto più contenute saranno le detrazioni per lavoro dipendente.

Di solito queste detrazioni, se sono richieste sfruttando l’apposito modello fornito al datore di lavoro, vengono calcolate e inserite, in forma presuntiva, con cadenza mensile in busta paga. Il lavoratore può quindi fruire mensilmente.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Malattia Inps: Orari e regole delle visite fiscali 2017 Quando dovete necessariamente assentarvi dal lavoro per malattia, bisogna avvisare sia il datore di lavoro che l'Inps, che tramite certificato medico da voi presentato, provvederà ad iniziare un periodo di malattia previsto per legge. La malattia del lavoratore però ha delle regole ben precise che q...
Voucher 2017: informazioni sugli assegni di ricollocamento p... Il 2 settembre si apre la possibilità di richiesta dei voucher 2017, ossia una delle misure previste dal Jobs Act per quanto riguarda la tutela dei soggetti in stato di disoccupazione. Voucher disoccupazione: ecco cosa ha detto Poletti L’annuncio in merito alla possibilità di presentare la domanda...
Patto di servizio personalizzato: obblighi e opportunità Patto di servizio personalizzato: cos’è Cos’è il Patto di servizio personalizzato? Noto anche come PSP, si tratta di una sorta di contratto stabilito tra un soggetto disoccupato e il Centro per l’Impiego. Un impegno che va assunto entro 15 giorni dal momento in cui è presentata la domanda di disocc...
Assunzioni Disabili: Agevolazioni INPS 2017 Sgravi Fiscali Disabili 2017: Inserimento nel mondo del lavoro Con l’introduzione della riforma chiamata Jobs act e dei suoi decreti attuativi il mondo del lavoro ha visto l’inserimento di incentivi economici e di sgravi fiscali per tutte quelle aziende che dovessero assumere nel proprio personale ...
Patto di servizio personalizzato: cos’è e perché richiederlo... Il patto di servizio personalizzato è molto simile a un contratto. Il soggetto disoccupato è nell’obbligo di sottoscriverlo entro 15 giorni dalla presentazione della domanda telematica dell’assegno di disoccupazione. Finalità del PSP: ecco cosa sapere Il patto di servizio personalizzato è uno step...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.