Dichiarazione dei Redditi 2017: Quello che devi sapere

Tasse e Fisco

Novità dichiarazioni dei redditi 2017

Ci sono delle importanti novità per quel che riguarda la dichiarazione dei redditi 2017. Il nuovo modello 730 ha al suo interno delle variazioni riguardanti le spese che verranno inserite in modo automatico dall’Agenzia delle Entrate. Tutte le spese del 730 sostenute dal 1 gennaio 2016 saranno rivolte anche ai medicinali.

In teoria queste spese potevano anche essere detratte l’anno antecedente ma per colpa di uno slittamento della legge la norma è stata introdotta solo quest’anno. Innovazioni sono state apportate per quel che riguarda la detrazione per le spese mediche.

Sarà sufficiente fornire al farmacista al momento dello scontrino la tessera sanitaria, che sarà poi trasmessa al fisco per inserirla nel modello della dichiarazione direttamente. Tutti gli scontrini che contengono il codice fiscale devono poi essere preservati per almeno 5 anni.

Sono state aggiunte altre spese detraibili in automatico, che riguardano tutte le persone che hanno la necessità di avvalersi di:

  • Tecnici di radiologia;
  • Veterinari;
  • Ostetriche;
  • Psicologi;
  • Ottici;
  • Infermieri.

Dalla data del 1 settembre queste figure professionali potranno comunicare all’Agenzia delle Entrate fatture e spese effettuate dal richiedente.

Detrazioni Spese Mediche 730: Novità 2017

Di fatto le più importanti novità toccano le spese sanitarie che portano tutti i farmaci da banco e ogni spesa veterinaria ad essere inserita nel 730 con una trasmissione telematica del sistema direttamente al fisco. La tessera sanitaria diventa uno strumento indispensabile per poter effettuare queste operazioni.

Se prima era necessario portare gli scontrini per un conteggio finale, d’ora in poi sarà sufficiente passare la tessera al momento dell’acquisto del medicinale, o al pagamento della prestazione dal parte del professionista in merito, ed il tutto sarà trasmesso in modo istantaneo.

La stessa operazione potrà essere effettuata dai veterinari che avranno l’obbligo di mandare l’informazione sulla fattura al momento del saldo per tutte le cure mediche di animali da compagnia o detenuti per pratica sportiva. La detrazione d’imposta applicata nel caso di queste spese è del 19%.

Obbligo trasmissione spese sanitarie

Le spese sanitarie riguardanti l’uomo che hanno l’obbligo di essere trasmesse sono:

  • Dispositivi medici CE, acquistati o affittati;
  • Tutte le spese sostenute per acquistare farmaci (inclusi quelli omeopatici);
  • Servizi sanitari forniti dalle para-farmacie come: test per glicemia, colesterolo e trigliceridi, spirometria, eco-cardiogramma, holter cardiaco e pressorio, misurazione della pressione del sangue.
  • Assistenza integrativa e protesi (sia acquistate che noleggiate)

Con queste disposizioni i cittadini non dovranno più modificare il modello precompilato e riusciranno a ricevere il rimborso delle spese sanitarie in modo più veloce ed in tempi più rapidi.

Dichiarazione dei Redditi 2017: Inserimento automatico delle spese

Tutte queste spese saranno inserite in modo automatico per evitare rallentamenti, quindi l’utente non dovrà più preoccuparsi di attuare modifiche alla sua dichiarazione dei redditi. I modelli 730 non saranno più modificabili, con il grande vantaggio di non dover incappare in controlli fiscali a volte inutili.

In questo modo anche la spesa da sostenere con il commercialista sarà diminuita, in quanto la richiesta di mettere mano e variare il 730 comportava dei costi anche onerosi da parte dell’utente per un maggior lavoro che doveva sostenere chi compilava il modello.

Un grande vantaggio che alleggerirà il lavoro degli studi dei commercialisti, apportando anche notevoli giovamenti alle tasche del richiedente. Grazie a questa nuova modalità anche i controlli saranno più celeri e si potrà ottenere più trasparenza ed un’efficiente collaborazione tra fisco, cittadino e Guardia di finanza.

Scadenza 730: Qual è il termine 2017?

Le scadenze per le presentazioni dei documenti sarà come di consueto a luglio. Per il 2017 è stata apportata una proroga di ben quindici giorni e la data esatta è quella del 22 luglio 2017. Per questo termine bisogna premunirsi di portare al proprio commercialista o al proprio ente di riferimento tutto il necessario per poter compilare in maniera corretta la dichiarazione dei redditi.

In questo modo, con un modello precompilato, non dovrebbero quindi esserci quei soliti slittamenti di consegna e nelle scadenze. Questi grandi cambiamenti saranno utili per alleggerire la pratica della compilazione della dichiarazione dei redditi, rendendo il tutto più semplice sia per l’utente che per l’Agenzia delle Entrate. Un nuovo modo di detrarre le spese, più celere, meno complicato e attuato in maniera del tutto automatica.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Spesometro 2017: che cos’è, come funzione e come si co... Spesometro 2017: istruzioni Lo Spesometro 2017 è uno degli ultimi strumenti ideati dal Fisco e messi a servizio del cittadino con partita IVA: si tratta del rendiconto di tutte le azioni ai fini IVA effettuate da un soggetto durante il corso d'anno in analisi, per poter verificare se il tenore di v...
Naspi 2017 e la cumulabilità con il Bonus 80 euro Naspi 2017: il nuovo ammortizzatore sociale e la cumulabilità con gli 80 euro La Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego, o Naspi 2017, dal 1 Gennaio di quest'anno ha sostituito tutte le altre prestazioni a sostegno del reddito. I criteri di accesso e funzionamento sono i seguenti: stato di ...
Regime Forfettario 2017: che cos’è, come funziona e a ... Che cos'è il Regime Forfettario 2017? Il Regime Forfettario 2017 è il regime fiscale e naturale che spetta a chi ha intenzione di avviare un' impresa. Il titolare di una nuova partita IVA nel 2017 ha la possibilità di accedere di diritto nel regime contabile agevolato. Come deve comportarsi chi ...
Paesi Black List: Elenco aggiornato 2017 della Agenzia delle... Cos'è la Black List? Sono molti gli italiani che possiedono aziende o la possibilità di investire e che scelgono di farlo in nazioni straniere. Nonostante vi sia questa possibilità, gli investimenti debbono essere fatti sotto il controllo di alcune autorità come l’agenzia delle entrate italiana. Og...
Giacenza media: di cosa si tratta e come calcolarla La giacenza media è l’importo presente su un conto corrente bancario o su un libretto di risparmio in un determinato lasso di tempo. Conoscere le modalità per calcolarla è molto importante, in quanto tale dato è utili ai fini del rilascio della Dichiarazione Sostitutiva Unica. Giacenza conto cor...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.