Equitalia condono: nel 2017 attesa la sanatoria

Pubblica Amministrazione
Equitalia condono: nel 2017 attesa la sanatoria

Per quanto riguarda Equitalia condono è bene fare riferimento al decreto legge n° 113 del 20 giugno 2016, conosciuto come Decreto Enti Locali. Secondo i contenuti di questo testo normativo, i contribuenti che sono in ritardo con il pagamento dei tributi avranno la possibilità di avvalersi di una sanatoria.

Emendamento decreto Enti Locali: ecco cosa prevede

Entriamo ulteriormente nel vivo di Equitalia condono parlando dell’emendamento al decreto Enti Locali presentato nel corso del mese di luglio. Questa novità prevede la riammissione al pagamento tramite rateizzazione di circa 86.000 contribuenti.

Cosa cambia in concreto? Che chi è già decaduto da una dilazione di Equitalia ha la possibilità di usufruire del beneficio del pagamento tramite rate, tutto questo senza la necessità di versare tutte le somme in un’unica soluzione.

L’emendamento va quindi a modificare un regolamento che prevedeva che i soggetti che non pagavano un numero di rate pari a otto della dilazione di Equitalia non potessero optare per la strada del pagamento rateizzato.

Sanatoria Equitalia: ecco cosa prevede il nuovo regolamento

Equitalia condono si rivolge in particolare a quei contribuenti che non hanno pagato almeno cinque rate della dilazione. Questa sanatoria riguarda tutti i cittadini insolventi, e comprende anche chi verrà interessato dal decadimento dalla dilazione dopo il 22 ottobre.

L’emendamento al Decreto Enti Locali ha introdotto anche un’altra novità, ossia la modifica della somma massima a debito da considerare come punto di riferimento per dimostrare una condizione di difficoltà economica e ottenere la dilazione. Il suddetto ammontare di denaro è passato infatti da 50.000 a 60.000€.

Piano di rientro: ecco come funzionerà

La novità relativa a Equitalia condono prevederà quindi un piano di rientro regolato sulla base dell’effettivo stato di difficoltà economica del contribuente.

Tra le altre novità introdotte dal decreto rientra l’obbligo da parte di Equitalia di aderire al suddetto piano, che consentirà una sanatoria parziale dei debiti.

Sanatoria 2017: ecco le date da considerare

Per concludere questa guida dedicata a Equitalia condono è bene ricordare che il prossimo anno sarà caratterizzato da specifiche scadenze in merito.

Ciò significa prima di tutto che la realizzazione del piano di rientro verrà comunicata al contribuente fiscalmente inadempiente tramite PEC entro la data del 30 aprile 2017. A Equitalia spetterà poi il compito di comunicare, sempre tramite via telematica, le linee della proposta all’INPS e all’Agenzia delle Entrate.

Per questa comunicazione il termine corrisponde al 31 maggio 2017. A questo punto scatta il piano di rientro, la cui prima rata deve essere versata dal contribuente inadempiente entro il 30 settembre 2017.

Ricordiamo che la suddetta sanatoria è destinata ai contribuenti con debiti iscritti al ruolo pari al 50% dei ruoli che sono stati resi esecutivi prima del 31 dicembre 2010. La platea di beneficiari comprende anche chi si trova nella medesima situazione, ma con il riferimento dei ruoli resi esecutivi prima del 31 dicembre 2012.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Modulo esenzione canone RAI: dove trovarlo e come compilarlo L’ultima bolletta della luce per molti utenti è stata una sorpresa per via di una voce di spesa in più, ossia il canone RAI. Chi non possiede apparecchi televisivi può non pagarlo se si informa correttamente sul modulo esenzione canone RAI. Dichiarazione sostitutiva canone abbonamento televisione: ...
Spesometro: di cosa si tratta e a cosa serve Lo spesometro è uno strumento introdotto dal decreto legislativo 78/2010. La compilazione viene effettuata ai fini di inquadrare le operazioni rilevanti Iva come la cessione o l’acquisto di beni, che vanno comunicate all’Agenzia delle Entrate. Modello di comunicazione polivalente: ecco cosa sapere ...
Detrazioni Familiari a Carico: in scadenza il 15 maggio 2017 Detrazioni familiari a carico: buone notizie per i contribuenti che risiedono all’estero. Il 2017 porta nuovi sgravi fiscali. In prossimità della scadenza dei normali termini per la dichiarazione dei redditi, l’Inps trasmette ai contribuenti un avviso per chiarire meglio le loro posizioni nei con...
Cassetto fiscale online: come accedervi? Guida all’uso Cassetto fiscale Agenzia delle Entrate 2017: cos’è e a cosa serve Il cassetto fiscale dell’Agenzia delle Entrate è lo strumento che consente ai cittadini di consultare i propri dati personali e la posizione fiscale. Si tratta dunque di un fascicolo informatizzato, che viene periodicamente aggiornat...
Baratto amministrativo: la Corte dei conti lo boccia Il baratto amministrativo è un approccio già adottato da diversi Comuni in Italia, con l’obiettivo di aiutare i cittadini che, per motivi di difficoltà economica, si trovano ad essere debitori nei confronti della Pubblica Amministrazione. Nei giorni scorsi, per la prima volta da quando l’iniziati...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *