Finanziamenti a Fondo Perduto 2017 per le Imprese

Impresa e Lavoro

Finanziamenti Imprenditoria Giovanile 2017: In cosa consiste?

Per le imprese giovanili il 2017 sarà l’anno della svolta, grazie ai finanziamenti a fondo perduto che il Governo Renzi ha deciso di adottare per rilanciare l’imprenditoria italiana concedendo prestiti a tasso zero fino a 1500000 euro. Lo stato italiano punta infatti a:

  • Sostenere la crescita di piccole e medie imprese su tutto il territorio nazionale;
  • Rilanciare attraverso le micro imprese l’economia nazionale e la circolazione monetaria.

Finanziamento Fondo Perduto Nuove Imprese: Come funzione e a chi è rivolto?

Ai soggetti coinvolti nel finanziamento a fondo perduto sono concessi prestiti e mutui agevolati a tasso zero della durata di 8 anni, per un importo pari al 75% della valutazione dell’impresa.

Possono entrare a far parte dell’iniziativa:

  • Imprese che hanno al massimo 12 mesi;
  • Micro e piccole imprese;
  • Società di qualsiasi forma (non ditte individuali);
  • I componenti della società devono avere età non superiore ai 35 anni per almeno il 50%.

A queste componenti per ricevere il credito vanno aggiunte le tipologie d’attività. Il Governo punta infatti al rilancio di determinati settori specifici che sono:

  • Industria;
  • Artigianato;
  • Trasformazione prodotti agricoli.

Finanziamenti Fondo Perduto per i Professionisti

L’Unione Europea ha dato input per aprire anche ai professionisti, in tono comunque minore, è stato per l’occasione creato un apposito fondo per i professionisti di qualunque categoria in modo che anche loro possano accedere a finanziamenti a tasso zero che serviranno per rilanciare il settore microeconomico generato da architetti, avvocati, geometri, contabili e tutte le altre attività professionali che offrono servizi.

Finanziamenti Giovani Imprenditori 2017: Come riceverli?

Per ricevere il finanziamento a fondo perduto occorre presentare alle banche che prendono parte all’iniziativa, un preventivo di spesa per tutto ciò che si vuole acquistare inerente alla propria società. Per esempio mobili da ufficio o attrezzi agricoli, trattori, automobili, furgoni, ecc., ogni cosa che sia ricollegabile alla propria attività, e naturalmente il tutto deve essere intestato all’attività che si vuole aprire, questo per evitare frodi e prestiti per cose che esulano dallo sviluppo economico e sociale della nazione.

Lo scopo del prestito è infatti questo, e non agevolare al credito chi deve comprare delle cose per proprio tornaconto. Per questa ragione vengono effettuati controlli molto severi, anche perché a elargire il credito sono le banche, che verranno garantite dallo stato il quale si impegnerà a pagare gli interessi grazie al fondo europeo sorto ad hoc per le imprese.

Una volta che l’istituto di credito ha verificato che sussistono tutte le carte per elargire il finanziamento, erogherà i soldi che saranno pari al 75% del preventivo di spesa. Il denaro dovrà poi essere saldato in 8 anni attraverso delle rate mensili che saranno l’equivalente del prestito spalmato in 12 rate per 8 anni, cioè ben 96 rate da pagare comodamente e soprattutto senza alcuno stress.

Finanziamenti UE per Giovani Imprenditori: Aiuti alle PMI

L’Unione Europea ha capito ormai da tempo che le nazioni che fanno parte dell’Unione possono rilanciarsi e rilanciare l’economia e la circolazione di denaro e servizi solamente grazie alle piccole e micro imprese che rappresentano la linfa vitale del distretto industriale, unica risposta possibile contro le multinazionali che hanno ormai invaso diversi mercati non garantendo sempre lo sviluppo economico della zona interessata, anzi, a volte, generando disoccupazione e violentando il territorio.

In questa maniera si punta ai prodotti interni, specialmente artigianali, che sono quelli che hanno reso grandi diverse zone d’Europa, come il vino della Borgogna, ancora oggi inimitabile, o l’industria tessile e automobilistica italiana, senza trascurare le società di servizi e i professionisti, anch’essi molto apprezzati a livello europeo i simbolo cardine dell’imprenditoria giovanile.

Per un giovane poter contare su un finanziamento del genere sarà sicuramente quella spinta in più per immettersi nei mercati e sfidare le multinazionali, che pur essendo dei veri e propri colossi sia dal punto di vista monetario che mediatico, spesso non godono di molta stima e soprattutto dell’affidabilità che si può avere dai prodotti locali, sia dal punto di vista artigianale che alimentare, passando per la fornitura di servizi.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Agevolazioni Startup previste per il 2017 Per il 2017 è prevista una grande agevolazione finanziaria di natura fiscale per tutte le startup, ovvero per coloro che intendono aprire una nuova attività, cosa rara di questi tempi nel nostro Paese perché purtroppo la crisi economica dilagante non permette ai più di poter pensare liberamente a un...
Iscrizione Gestione Separata Inps: Come iscriversi Gestione Separata Inps: Chi deve iscriversi? L’iscrizione alla Gestione Separata INPS è piuttosto complessa, bisogna rispettare un regolamento che indica le classi di lavoratori che si possono iscrivere e le aliquote contributive. Ecco un chiarimento di tutti i dubbi! Dal primo dell’anno 2014 l’isc...
Rimborso Spese Professionisti 2017 Quali sono i rimborsi spese dei professionisti? La corretta gestione dei rimborsi spesa per i professionisti è materia rilevante sopratutto per una corretta gestione delle somme corrisposte ai fini previdenziali e fiscali. Dovendo fare una distinzione iniziale, possiamo ricondurre la totalità dei r...
Il Sistema Vies Guida per l’Uso Che cos'è Vies? In questa breve guida si daranno delle informazioni utili per comprendere il sistema vies, ovvero l'acronimo più comune di " VAT Information Exchange System " ovvero quel sistema istituito sin dal 1993, in ambito Comunità Europea al fine di monitorare, controllare e ottenere informa...
Bonus agricoltori 2017: cos’è e come ottenerlo. Requis... Bonus agricoltura per giovani: la nuova misura introdotta con la Legge di Bilancio 2017 Il bonus agricoltori 2017 è un beneficio introdotto con la Legge di Bilancio 2017. Si tratta di un’agevolazione dedicata ai giovani IAP (imprenditori agricoli professionali) e coltivatori diretti. La misura spet...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.