Come funzionano le indennità di disoccupazione

Pubblica Amministrazione

In caso di perdita del lavoro, l’INPS prevede una serie di prestazioni a sostegno del reddito, erogate sotto forma di indennità di disoccupazione.

La disoccupazione agricola

La disoccupazione agricola è un’indennità che spetta agli operai che lavorano in agricoltura, iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli dipendenti.

La possono richiedere gli operai agricoli a tempo determinato, i piccoli coloni, i compartecipanti familiari, i piccoli coltivatori diretti che integrano fino a 51 le giornate di iscrizione negli elenchi e gli operai agricoli a tempo indeterminato che lavorano per parte dell’anno.

 

La disoccupazione ASpI

La disoccupazione ASpI è un’indennità istituita per gli eventi di disoccupazione che si verificano a partire dal 1 gennaio 2013e che sostituisce l’indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti normali.

La possono richiedere i lavoratori dipendenti, gli apprendisti, i soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato, il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato e i dipendenti a tempo determinato delle Pubbliche amministrazioni, che hanno perso involontariamente l’occupazione.

La disoccupazione NASpI

La disoccupazione NASpI è un’indennità istituita dal 1 maggio 2015, che sostituisce l’indennità di disoccupazione di ASpI. Si applica agli eventi di cessazione dal lavoro che si verificano a partire da tale data.

La possono richiedere i lavoratori dipendenti, gli apprendisti, i soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato, il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato e i dipendenti a tempo determinato delle Pubbliche amministrazioni, che hanno perso involontariamente l’occupazione.

La disoccupazione Mini-ASpI

La disoccupazione Mini-ASpI è un’indennità istituita dal 1 gennaio 2013, che sostituisce l’indennità di disoccupazione ordinaria non agricola con requisiti ridotti. Si applica agli eventi di cessazione dal lavoro che si verificano a partire da tale data.

La possono richiedere i lavoratori dipendenti, gli apprendisti, i soci lavoratori di cooperative con rapporto di lavoro subordinato, il personale artistico con rapporto di lavoro subordinato, i dipendenti a tempo determinato delle Pubbliche amministrazioni e i lavoratori a tempo determinato della scuola, che hanno perso involontariamente l’occupazione.

La disoccupazione DIS-COLL

La disoccupazione DIS-COLL è una prestazione di disoccupazione mensile, istituita per i collaboratori coordinati e continuativi (anche a progetto), che hanno perso involontariamente l’occupazione tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2015 ( DIS-COLL 2015 ) e tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2016 ( DIS-COLL 2016 ). La DIS-COLL richiede l’iscrizione in via esclusiva alla Gestione separata.

La disoccupazione per chi si sposta nei paesi UE, SEE e Svizzera

La disoccupazione per chi si sposta nei paesi dell’Unione Europea, in uno stato del SEE (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) e in Svizzera, consente al disoccupato ASpi, Mini-ASpI e NASpI di cercare lavoro in uno degli Stati membri, conservando il diritto all’indennità per almeno tre mesi o più a seconda della legislazione del paese di provenienza.

La disoccupazione ex agenti temporanei e contrattuali Comunità Europee

La disoccupazione ex agenti temporanei e contrattuali Comunità Europee è un’indennità riconosciuta agli ex agenti temporanei impiegati presso una istituzione delle Comunità Europee, residenti in uno Stato UE e che hanno prestato servizioper almeno sei mesi prima di perdere involontariamente il lavoro.

La disoccupazione lavoratori rimpatriati

La disoccupazione lavoratori rimpatriati è un’indennità che spetta ai cittadini italiani rimpatriati dopo il 1 novembre 1974, che hanno lavorato all’estero e sono rimasti disocupati a causa del licenziamento o del mancato rinnovo del contratto di lavoro stagionale da parte del datore di lavoro all’estero.

Trattamento speciale di disoccupazione per l’edilizia legge n. 223/1991

Il trattamento speciale di disoccupazione per l’edilizia legge n. 223/ 1991 è un’indennità riconosciuta ai lavoratori dell’edilizia licenziati entro il 30 dicembre 2016, che vivono in zone con grave crisi d’occupazione, dovuta al completamento di impianti industriali o di importanti opere pubbliche.

TRATTAMENTO SPECIALE DI DISOCCUPAZIONE PER L’EDILIZIA LEGGE N. 451/1994

Il trattamento speciale di disoccupazione per l’edilizia legge n. 451/1994 è un’indennità riconosciuta ai lavoratori licenziati entro il 30 dicembre 2016, che hanno già percepito un trattamento straordinario di integrazione salariale (CIGS). Il trattamento non può superare 18 mesi o 27 mesi nel Mezzogiorno.

Trattamento speciale di disoccupazione per l’edilizia legge n. 427/1975

Il trattamento speciale di disoccupazione per l’edilizia legge n. 427/1975 è un’indennità riconosciuta ai lavoratori dell’edilizia licenziati entro il 30 dicembre 2016, che non hanno richiesto l’indennità NASpI entro 68 giorni dal licenziamento. Il trattamento dura al massimo 90 giorni.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Visite fiscali insegnanti 2017: orari, norme e novità riform... Visite fiscali insegnanti e personale ATA: regole e novità riforma PA Con la Riforma PA Madia verranno introdotte diverse novità nella pubblica amministrazione con modifiche che interesseranno anche le regole per e le fasce orarie per le visite fiscali insegnanti 2017. Ma vediamo nel dettaglio cosa...
Numero verde Inps: servizi di assistenza telefonica e online Inps numero verde orari 2017 e servizi offerti Per agevolare i propri utenti, l’Inps ha messo a punto un servizio di assistenza telefonica e telematica che consente di ottenere informazioni ed accedere ai servizi offerti dall’Istituto in qualsiasi momento. Basta chiamare il numero verde Inps o coll...
Telelavoro dipendenti pubblici 2017: come funziona lo smart ... Telelavoro nel pubblico impiego 2017: la proposta della riforma Madia La riforma Madia ha introdotto la concreta possibilità per i dipendenti pubblici e statali di svolgere l’attività lavorativa comodamente da casa. Approfittare del telelavoro dipendenti pubblici, sempre a condizione che i dipenden...
Disoccupazione INPS: come funziona e chi può richiederla Dal maggio del 2015 parlare in maniera corretta di disoccupazione INPS significa chiamare in causa la definizione di indennità di disoccupazione NASPI. Indennità di disoccupazione NASPI: di cosa si tratta e chi può farne richiesta La disoccupazione INPS –oggi denominata indennità di disoccupazione...
Cassa integrazione in deroga: di cosa si tratta e quando si ... La cassa integrazione in deroga è una misura messa a disposizione della realtà aziendali che si trovano in difficoltà per motivi non dipendenti dalla volontà del datore di lavoro o dei lavoratori. Cassa integrazione guadagni in deroga: le basi normative La cassa integrazione in deroga è regolament...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *