Parto prematuro: sospensione e conservazione del congedo di maternità

Diritto

Il congedo di maternità delle lavoratrici dipendenti e iscritte alla Gestione separata, in caso di parti prematuri (prima dei due mesi antecedenti alla data presunta del parto) si calcola aggiungendo ai tre mesi post partum tutti i giorni compresi tra la data del parto e quella presunta. Si superano perciò i cinque mesi previsti in precedenza influendo anche sulla durata del congedo di paternità.

Inoltre, il decreto legislativo 80/2015 ha ampliato l’ambito di applicazione del rinvio e della sospensione del congedo di maternità in caso di ricovero del neonato. La lavoratrice può esercitare questa facoltà a prescindere dal motivo del ricovero del neonato o del minore adottato o affidato, purché le sue condizioni di salute siano compatibili con la ripresa del lavoro.

Infine, si conferma che la lavoratrice licenziata per colpa grave ha diritto a conservare il congedo di maternità oltre la data del licenziamento.

Altre informazioni si trovano nella circolare INPS 28 aprile 2016 n. 69, che presenta anche indicazioni operative per l’accreditamento della contribuzione figurativa ai fini pensionistici (dipendenti privati e pubblici), per il monitoraggio della spesa e per il regime fiscale della prestazione.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Tassa di successione Immobili e Casa: cambio costi per il 20... Tassa di successione su immobili e casa Quando si riceve in eredità un patrimonio immobiliare e mobiliare bisogna pagare un'imposta che prevede l’obbligo assoluto del pagamento di una cifra di denaro allo Stato. La somma viene calcolata in base alla dichiarazione di successione che deve essere p...
Assegno al nucleo familiare e assegno di maternità dei Comun... La variazione dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, comunicata dal Dipartimento delle politiche per la famiglia, è pari a - 0,1%. Questo dato conferma, per l’anno 2016, la misura e i requisiti economici dell’assegno al nucleo familiare e dell’assegno di mater...
Bonus figli a carico 2017: requisiti e importi dei nuovi ass... Assegno figli a carico 2017: tutte le novità sul nuovo bonus per le famiglie Il bonus figli a carico 2017 è una nuova misura su cui sta lavorando la Commissione Finanze al Senato con il disegno di legge delega presentato da Stefano Lepri. La discussione in aula è prevista a breve, ma dato il consen...
Spese mediche nel 730 precompilato 2017: cosa cambia I cambiamenti con il nuovo 730 compilato Il sistema sanitario nazionale dovrebbe, almeno all'apparenza, diventare sempre più semplice per i numerosi mutuati italiani, in quanto le spese mediche e le spese sanitaria saranno inserite direttamente nel 730 precompilato scaricabile dal sito dell'Agenzia...
Assegni familiari: di cosa si tratta e chi può richiederli Gli assegni familiari sono prestazioni economiche erogati a favore di alcuni lavoratori – italiani e non – e delle loro famiglie. L’erogazione degli assegni familiari è legata a situazioni particolarmente difficoltose dal punto di vista economico e tali da rendere impossibile la conduzione di una...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *