Patente AM: come prendere il patentino? Costi e procedure

Pubblica Amministrazione
patente am

Addio patentino, nel 2013 patente am per i 50 cc

La patente AM è la licenza che abilita i cittadini alla guida dei ciclomotori, a 2, 3 o 4 ruote. Come accadeva per il patentino, che la patente AM va a sostituire, il possessore della licenza di guida può guidare solo ciclomotori che rientrino nella potenza di cilindrata specificata.

Per quanto riguarda il rilascio della patente, dal 2013 le normative italiane di riferimento sono state modificate per consentire l’adeguamento alle norme europee. Dal 3 anni infatti il patentino CIGC è stato sostituito dalla patente AM, che prevede il superamento di un esame teorico e di una prova pratica. Possono sostenere l’esame tutti colori che hanno compiuto il 14esimo anno di età.

Patente AM quanto costa: rilascio e rinnovo

Ma quanto costa il rilascio del nuovo patentino? La nuova patente AM viene Il rilasciata solo dopo il superamento delle suddette prove e abilita alla guida di ciclomotori con potenza di 4kw o cilindrata pari a 50cm3.

Per quanto riguarda i requisiti anagrafici, l’età minima per poter guidare un motorino è di 14 anni per quelli che richiedono la patente AM (incluse le minicar). Mentre per le moto che richiedono la patente A1 – B1 (motocicli di cilindrata minore o uguale a 125 cm3, potenza minore o uguale a 11 kW) è necessario aver compiuto il 16esimo anno di età.

Per ottenere il nuovo patentino AM, è possibile rivolgersi a una scuola guida oppure direttamente alla motorizzazione. In entrambi i casi al momento della richiesta è necessario presentare i seguenti documenti:

  • documento di identità con allegata fotocopia integrale;
  • certificato per la patente di guida (originale e fotocopia), rilasciato da un medico autorizzato massimo 3 mesi prima della data di presentazione;
  • 2 foto recenti formato tessera.

In caso a presentare la domanda per la patente sia un cittadino extracomunitario, a questa documentazione di dovrà aggiungere il permesso di soggiorno, o la carta di soggiorno. Documento che deve presentato sia il giorno dell’esame teorico che di quello pratico.

Quanto costa la patente di guida AM (ex patentino ciclomotore – scooter)

Rivolgendosi a una scuola guida, il costo per l’iscrizione e il corso di teoria e guida è di circa 200- 250 euro. Quanti invece preferiscono iscriversi direttamente presso la motorizzazione dovranno sostenere costi più bassi.

In questo caso infatti si dovranno sostenere:

  • un pagamento di 16,00 euro sul conto corrente n. 4028 per la prenotazione dell’esame;
  • un versamento di 16,00 euro sul conto corrente n. 4028;
  • un versamento pari a 26,40 euro sul conto corrente n. 9001.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Visura camerale online: come richiederla e quanto costa Che cos'è la visura camerale La visura camerale è un attestato che viene rilasciato dalla camera di commercio, tale documento raccoglie sia i dati amministrativi, che quelli fiscali e anagrafici di un azienda o ditta. La visura camerale contiene l'indirizzo della ditta, i nomi degli amministratori ...
Certificato anamnestico patente: di cosa si tratta e quanto ... Il certificato anamnestico patente è un documento ufficiale che attesta la possibilità da parte di una determinata persona di conseguire la patente di guida, sia essa destinata alla conduzione di un’automobile, di un motociclo o di un natante. Il certificato in questione è valido anche ai fini di...
Codice tributo 3958 Tasi: come compilare il modulo F24? Codice Tributo 3958: Cos'è? A cosa serve il codice tributo 3958? Una domande che interessa i tantissimi contribuenti che si trovano a dover pagare la TASI, ossia la tassa sui servizi indivisibili. Imposta che è dovuta dai proprietari o dagli inquilini di un immobile. La TASI viene versata al Comune...
Spesometro: di cosa si tratta e a cosa serve Lo spesometro è uno strumento introdotto dal decreto legislativo 78/2010. La compilazione viene effettuata ai fini di inquadrare le operazioni rilevanti Iva come la cessione o l’acquisto di beni, che vanno comunicate all’Agenzia delle Entrate. Modello di comunicazione polivalente: ecco cosa sapere ...
Tessera professionale europea: a cosa serve e cosa fare per ... Con la dicitura tessera professionale europea si inquadra una procedura che permette a determinate categorie professionali di vedere riconosciute le proprie competenze in un Paese della Comunità Europea. I vantaggi riguardano prima di tutto la rapidità. Grazie alla suddetta procedura – l’utilizzo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *