Procedura per ottenere la detrazione del 50 % 2012

Casa e Ambiente

 

Per ottenere l’agevolazione fiscale che il Governo Italiano ha stabilito per tutte le opere di ristrutturazione immobiliare basterà seguire una procedura che consentirà di ottenere la detrazione del 50 %  dell’anno 2012 valevole anche per quelle relative al 36 e al 55%.  Per poter beneficiare dunque della detrazione 50 2012, le spese dovranno essere pagate con bonifico così detto “tracciabile” e da cui risultino le seguenti voci:

La causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione 50 e il numero della partita IVA o il codice fiscale del soggetto che andrà a beneficiare della detrazione 50 2012.

Se uno di questi elementi venisse a mancare, non si avrà diritto alla detrazione del 50 % ma il contribuente, in quel caso, potrà ripetere il pagamento indicando e inserendo correttamente tutti i dati richiesti. La detrazione del 50 % è usufruibile anche per tutti i lavori iniziati nel 2011 e andrà inviata la documentazione all’ENEA entro i 90 giorni dalla fine dei lavori.

Per quanto riguarda i lavori di ristrutturazione sulle parti comuni di edifici condominiali, si potrà beneficiare della detrazione 50 2012 spettante al singolo condòmino, con la sola certificazione in possesso dell’amministratore condominiale; nella documentazione l’amministratore dovrà attestare di aver rispettato tutti gli obblighi previsti per la detrazione, di essere in possesso della documentazione in forma originale e indicare infine la somma che il contribuente potrà tener conto ai fini della detrazione 50 2012. Rispettando tale procedura si avrà dunque diritto a questa importante agevolazione che avrà un notevole riscontro in fase di risparmio fiscale del contribuente.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Tasi 2014 Milano: la Questione del Bonus Figli Tasi 2014 Milano: i problemi per il calcolo Non risultano ancora chiari alcuni particolari sul calcolo Tasi 2014 Milano. Una confusione indotta delle migliaia di delibere comunicali spesso in conflitto tra di loro. Il principale argomento di dibattito e ambiguità è costituito dalle detrazioni per i...
Calcolo della detrazione IRPEF per il lavoratore dipendente Per determinare la detrazione IRPEF spettante al lavoratore dipendente si dovrà tener conto del tipo di reddito percepito dalla persona fisica, dal suo ammontare complessivo e in alcuni casi del numero delle giornate lavorative svolte. La detrazione IRPEF per il lavoratore dipendente decrescerà all...
Detrazione figli: istruzioni utili Esiste un importo che calcolato sul proprio reddito, soprattutto per le famiglie numerose, serve ad ottenere delle detrazioni per i figli a carico;  questo importo ha un valore variabile e dipenderà dall’importo del reddito di tutti e due i coniugi. Nel caso in cui si avranno dei redditi molto bass...
Stufe a pellet ad acqua e ad aria, quanto si risparmia Negli ultimi anni in Italia il pellet ha avuto una forte ascesa sul mercato sia per il risparmio economico garantito sul fronte del riscaldamento dell’ambiente domestico che per la facilità del trasporto del materiale rispetto alla legna. Inoltre la scelta ricade spesso sul combustibile eco-sostenib...
Reddito di Inclusione Sociale 2017: che cos’è, a chi s... Il Reddito di Inclusione Sociale è il nuovo sussidio universale contro la povertà destinato a quelle famiglie che rispondono a determinati requisiti, sia sociali che economici. Vediamo nel dettaglio in cosa consiste. Che cos'è il Reddito di Inclusione Sociale 2017? Si tratta di un sussidio che ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *