Visite Fiscali Inps 2017: novità in arrivo da settembre 2017

Casa e AmbienteImpresa e Lavoro
fasce orarie visite fiscali

Con la nuova riforma Madia, le visite fiscali Inps prendono una nuova piega. Sono infatti tante sono le novità che interesseranno sia i dipendenti pubblici sia i privati.

Si tratta di una delle riforme più attese sia per la differenza esistente (fino ad oggi) del mondo pubblico rispetto a quello privato, sia per la reperibilità e la gestione completa delle malattie.

L’applicazione effettiva delle nuove regole partirà dal primo settembre di quest’anno.

Orari Visite Fiscali Inps: cosa cambia?

In base alla nuova Riforma approvata il 19 maggio del 2017 dal Consiglio dei Ministri, l’INPS diventa l’unico organo di riferimento incaricato al controllo e agli accertamenti medico legali sia per i dipendenti statali sia per quelli privati. Oggi invece le visite fiscali per i dipendenti pubblici sono gestite dall’ ASL di competenza.

Inoltre la riforma Madia crea nuove dinamiche anche nella gestione dei licenziamenti disciplinari e piani per il lavoro precario.

Vi sono perciò delle modifiche sostanziali rispetto:

  • agli orari delle visite fiscali dipendenti pubblici e privati;
  • alle valutazioni disciplinari, che avranno un peso importante sul compenso economico in relazione all’andamento del proprio “trend” lavorativo, che potrà arrivare al licenziamento se il dipendente risulti essere inadempiente nell’arco di 3 anni di valutazione.

Oltre alle ormai tanto note timbrature false, assenze ingiustificate e dichiarazioni mendaci per ottenere promozioni o posti di lavoro, le nuove regole portano alla perdita del posto di lavoro a tutti i dipendenti che mostrano scarso rendimento o costante valutazione negativa, purché l’azienda proceda all’azione disciplinare entro e non oltre 120 giorni.

Questa riforma servirà anche ad avvicinare di più le nuove generazioni agli enti pubblici e ad assorbire, nei prossimi tre anni, i dipendenti precari all’interno dell’organico degli enti statali.

Un’ ulteriore novità è poi introdotta dalla possibilità da parte del medico ispettore di effettuare la visita in maniera ripetuta nell’arco dello stesso periodo di malattia, aumentando ancora di più il controllo sugli eventi.

Altre novità che sono ancora in fase di valutazione, circa i permessi lavorativi per l’assistenza ai familiari disabili ( legge 104 /1992 ) in maniera specifica riguardante il preavviso degli stessi.

I nuovi orari visite fiscali Inps

L’avvento di questa riforma, tocca sia gli orari visite fiscali dipendenti privati e dei pubblici. Nello specifico:

  • dipendenti pubblici: 9.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00 con obbligo di reperibilità anche nei giorni festivi;
  • dipendenti privati: 10.00 – 12.00 / 17.00 – 19.00.

In conclusione con questa nuova riforma si ottempera l’ottenimento di un maggiore e migliore controllo da parte dell’unico polo INPS, che potrà avere una più libera e completa gestione in materia.

Tuttavia, al completamento di tutto il progetto manca ancora il decreto sulle partecipate, al quale si lavora da più di tre anni per ottenere la necessaria intesa tra Stato – Regioni.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Certificato INAIL 2017: Le nuove regole Certificato INAIL Infortunio: Nuove reogole 2017 Sono state introdotte nuove regole sul certificato medico INAIL per malattia ed infortunio. Dalla data del 22 marzo 2016 si attesta che ogni tipo di evento morboso non dovrà più essere dichiarato dal datore di lavoro ma dalla struttura sanitaria che ...
Mini ASpI: Indennità di disoccupazione Mini-ASpI La cosiddetta Mini-Aspi è stata introdotta dalla L. 92/2012 e sancisce il diritto dei lavoratori a forme di tutela contro la disoccupazione. L'indennità è entrata a regime a decorrere dal 1 gennaio 2013 e sostituisce l'indennità di disoccupazione, non agricola, con requisiti ridotti. Requisiti Mini...
Contratto a Progetto 2017: Cosa cambia? Contratto a Progetto: Requisiti delle Collaborazioni Relativamente alle collaborazioni coordinate e continuative non si può non citare quanto disposto dall'art. 409 del c.p.c. in materia di "controversie individuali di lavoro"; dal disposto di detto articolo si evince che dette collaborazioni si co...
Contratto di apprendistato: cos’è e come è cambiato con Jobs... Il contratto di apprendistato è una tipologia di contratto di lavoro che si rivolge ai giovani di età compresa tra i 15 e i 29 anni. L’obiettivo della sua applicazione è quello di consentire al giovane lavoratore di crescere professionalmente all’interno di una realtà aziendale e, nel contempo, di p...
Contratto Prestazione Occasionale 2017: guida utile La prestazione occasionale è un'attività prestata in maniera non continuativa nel tempo, non abituale e che si contraddistingue per l' autonomia e l' assenza di vincolo di subordinazione, caratteristica imprescindibile invece dei contratti a tempo determinato e indeterminato. Stipulando un contra...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *