Visite Fiscali Inps 2017: novità in arrivo da settembre 2017

Casa e AmbienteImpresa e Lavoro
fasce orarie visite fiscali

Con la nuova riforma Madia, le visite fiscali Inps prendono una nuova piega. Sono infatti tante sono le novità che interesseranno sia i dipendenti pubblici sia i privati.

Si tratta di una delle riforme più attese sia per la differenza esistente (fino ad oggi) del mondo pubblico rispetto a quello privato, sia per la reperibilità e la gestione completa delle malattie.

L’applicazione effettiva delle nuove regole partirà dal primo settembre di quest’anno.

Orari Visite Fiscali Inps: cosa cambia?

In base alla nuova Riforma approvata il 19 maggio del 2017 dal Consiglio dei Ministri, l’INPS diventa l’unico organo di riferimento incaricato al controllo e agli accertamenti medico legali sia per i dipendenti statali sia per quelli privati. Oggi invece le visite fiscali per i dipendenti pubblici sono gestite dall’ ASL di competenza.

Inoltre la riforma Madia crea nuove dinamiche anche nella gestione dei licenziamenti disciplinari e piani per il lavoro precario.

Vi sono perciò delle modifiche sostanziali rispetto:

  • agli orari delle visite fiscali dipendenti pubblici e privati;
  • alle valutazioni disciplinari, che avranno un peso importante sul compenso economico in relazione all’andamento del proprio “trend” lavorativo, che potrà arrivare al licenziamento se il dipendente risulti essere inadempiente nell’arco di 3 anni di valutazione.

Oltre alle ormai tanto note timbrature false, assenze ingiustificate e dichiarazioni mendaci per ottenere promozioni o posti di lavoro, le nuove regole portano alla perdita del posto di lavoro a tutti i dipendenti che mostrano scarso rendimento o costante valutazione negativa, purché l’azienda proceda all’azione disciplinare entro e non oltre 120 giorni.

Questa riforma servirà anche ad avvicinare di più le nuove generazioni agli enti pubblici e ad assorbire, nei prossimi tre anni, i dipendenti precari all’interno dell’organico degli enti statali.

Un’ ulteriore novità è poi introdotta dalla possibilità da parte del medico ispettore di effettuare la visita in maniera ripetuta nell’arco dello stesso periodo di malattia, aumentando ancora di più il controllo sugli eventi.

Altre novità che sono ancora in fase di valutazione, circa i permessi lavorativi per l’assistenza ai familiari disabili ( legge 104 /1992 ) in maniera specifica riguardante il preavviso degli stessi.

I nuovi orari visite fiscali Inps

L’avvento di questa riforma, tocca sia gli orari visite fiscali dipendenti privati e dei pubblici. Nello specifico:

  • dipendenti pubblici: 9.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00 con obbligo di reperibilità anche nei giorni festivi;
  • dipendenti privati: 10.00 – 12.00 / 17.00 – 19.00.

In conclusione con questa nuova riforma si ottempera l’ottenimento di un maggiore e migliore controllo da parte dell’unico polo INPS, che potrà avere una più libera e completa gestione in materia.

Tuttavia, al completamento di tutto il progetto manca ancora il decreto sulle partecipate, al quale si lavora da più di tre anni per ottenere la necessaria intesa tra Stato – Regioni.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Donazione di Sangue: Giornata di riposo retribuita 2017 Donazione AVIS: Come si può ottenere la giornata di riposo retribuita? La giornata di riposo retribuita per la donazione di sangue spetta al lavoratore che fa la donazione di sangue in forma gratuita presso un centro abilitato dal Ministero della Sanità (come ad esempio AVIS). Ma come funziona la p...
Come leggere la busta paga: Guida semplice per non sbagliare Come leggere la busta paga in modo corretto? Ecco una semplice guida per capire in cosa consiste tale documento e come consultarlo in modo appropriato. Busta paga: cos'è e a cosa serve Ogni lavoratore dipendente la riceve, ma non tutti la interpretano correttamente. Tale documento contiene tutte l...
Lavoro Occasionale Accessorio: nuove normative 2017 Il lavoro occasionale accessorio ha subito delle modifiche riportate nelle normative realizzate durante la prima parte del 2017. Ecco tutto quello che bisogna sapere. Chi potrà svolgere il lavoro occasionale Il lavoro occasionale accessorio, secondo le normative del 2017, potrà essere svolto da: ...
Patto di servizio personalizzato: cos’è e perché richiederlo... Il patto di servizio personalizzato è molto simile a un contratto. Il soggetto disoccupato è nell’obbligo di sottoscriverlo entro 15 giorni dalla presentazione della domanda telematica dell’assegno di disoccupazione. Finalità del PSP: ecco cosa sapere Il patto di servizio personalizzato è uno step...
Quanto devi lavorare per la disoccupazione? Ammortizzatori Sociali 2017: Quali sono? L’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (Inps) prevede l’erogazione di sostegni economici a quei lavoratori dipendenti che abbiano perso involontariamente il lavoro e quindi la fonte di reddito, venendosi a trovare in condizione di bisogno. Dall'anno ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *