Ristrutturare Casa Incentivi 2017: quali sono le detrazioni fiscali disponibili?

Casa e Ambiente

Ecco quali sono tutti i vari bonus che potranno essere sfruttati nel momento in cui si decide di procedere con l’avvio dei lavori per ristrutturare la propria casa.

I bonus per i lavori di ristrutturazione

Il primo gruppo di bonus per il 2017, sul fronte ristrutturazione della casa, sono destinati ai lavori di miglioramento della propria abitazione. In particolare:

  • lavori di modifica della propria casa e delle varie stanze;
  • ristrutturazione dei vari ambienti presenti all’interno e all’esterno della casa;
  • controllo sugli impianti dell’abitazione.

Limiti e soglie di spesa ammesse

Si parla ovviamente di tetti massimi e minimi che devono essere rispettati. Il totale dei lavori:

  • non deve essere inferiore ai 48.000 euro;
  • non deve superare i 96.000 euro massimi.

Il bonus per l’acquisto di impianti a risparmio energetico

Ristrutturare casa vuol dire anche essere in grado di renderla moderna e migliore sotto il profilo energetico, dettaglio che non deve essere assolutamente sottovalutato.
In questo caso occorre parlare del fatto che, in questo genere di lavoro, rientrano:

  • acquisto ed installazione di impianti fotovoltaici;
  • acquisto ed installazione di nuovi infissi;
  • caldaie collegate agli impianti fotovoltaici;
  • sistemi di condizionamento ambientale a basso impatto ambientale.

Ecobonus: percentuale di detrazione e soglie di spesa

Tutti questi lavori potranno essere effettuati nella propria casa e rientrano nella categoria della ristrutturazione Ecobonus.

Quest’ultimo permette di ottenere una detrazione pari al 65% se la casa è singola mentre del 75% se si vive in appartamento. Anche in questo caso la soglia massima spendibile per effettuare tale tipologia di lavoro, risulta essere pari a 96 mila euro.

Detrazione per mobili ed elettrodomestici

Anche l’acquisto di nuovi strumenti per la propria casa rientra nella categoria delle detrazioni fiscali per la ristrutturazione della stessa. Come nei casi precedenti occorre mettere in risalto il fatto che, pure per queste detrazioni, occorre prestare il massima attenzione ad alcuni aspetti. In particolare:

  • la spesa massima ammessa è pari a 16.000 euro;
  • restituzione ottenuta in 10 anni;
  • detrazione sarà pari al 50% della spesa sostenuta;
  • gli elettrodomestici non devono essere inferiori alla classe energetica di risparmio A+;
  • i forni devono essere almeno classe energetica A.

Tutte queste spese dovranno essere svolte entro il corso dell’anno 2017.

Ristrutturare casa incentivi 2017: come ottenere i bonus fiscali?

Per poter riuscire ad ottenere tutti questi bonus, nel momento in cui si decide di rendere maggiormente moderna e migliore la propria abitazione, occorrerà:

  •  Conservare tutte le ricevute e scontrini fiscali che attestano e confermano il fatto che la spesa è stata effettivamente effettuata, dettaglio che non si deve sottovalutare.

Tutti questi documenti saranno poi richiesti nel momento in cui si deve procedere con l’effettuare la presentazione della domanda una volta che queste vengono pubblicate.
Occorre quindi prestare la massima attenzione a questi piccoli dettagli che molto spesso sono fattore di errori poco piacevoli da commettere e che rendono la situazione meno semplice da affrontare di quanto si possa immaginare.

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Detrazioni lavori fai da te: come funzionano? Detrazioni lavori fai da te: per cosa si possono ottenere? Le detrazioni relative alle ristrutturazioni edilizie e al risparmio energetico sono applicabili anche a interventi di fai da te. In questa eventualità, dato che non è una ditta che cura l’esecuzione dei lavori ma il proprietario, la detraz...
Detrazioni fiscali ristrutturazione edilizia 2014 Gli incentivi per ristrutturare casa A pochi giorni dalla scadenza prevista per la consegna del 320/2014 ai sostituti d’imposta, è necessario fare chiarezza sulle detrazioni fiscali che è possibile ottenere in sede di dichiarazione dei redditi. Nello specifico sono conseguibili incentivi relativi a...
APE beni culturali: vantaggi e norme L'APE beni culturali, ossia la certificazione energetica per gli immobili con vincolo culturale e paesaggistico, è obbligatoria per accedere alle detrazioni legate ai lavori di riqualificazione energetica dell'edificio. Ecco qualche informazione in merito. Certificazione energetica beni culturali: ...
Bonus Mobili 2017: le detrazioni fiscali previste Il rilancio del settore immobiliare, del quale le ultime legislature si stanno occupando, passa dal varo di alcune leggi che si pongono l'obiettivo di rendere economicamente vantaggiose le iniziative di ristrutturazioni di immobili residenziali. Queste agevolazioni fiscali si estendono anche a qu...
Bonus casa 2014 Bonus casa 2014: le ristrutturazioni, i mobili e il risparmio energetico. Scopriamo insieme cosa è previsto dalla legge di stabilità per il 2014 in merito alla detrazione Irpef 50%, relativa ai lavori di ristrutturazione edilizia, e quella 65% per il risparmio energetico. Bonus casa 2014: ristrut...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.