Quali sono le Detrazioni Casa previste per il 2017?

Tasse e Fisco

Detrazioni Casa 730/2017: Ristrutturazione, Riqualificazione, Affitto, Interessi Mutuo

Tra le tante spese detraibili, tramite la dichiarazione dei redditi, sono incluse anche le ristrutturazioni, gli interessi del mutuo per l’acquisto dell’abitazione e i costi sostenuti per l’affitto.

Da ieri, 2 maggio 2017, è possibile apportare delle modifiche alla dichiarazione dei redditi precompilata 2017 direttamente sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Prima di farlo però è opportuno capire quali sono le detrazioni casa previste per il 2017.

Detrazioni Casa Mutuo 2017: cosa detrarre?

Chi ha acquistato un’abitazione durante il 2016, può usufruire delle detrazioni Casa Mutuo 2017 e scaricare gli interessi passivi del finanziamento e le spese sostenute con l’agenzia immobiliare. 

Nel modello 730/2017, i costi del mutuo vanno inseriti in un certo modo e vi sono dei limiti di detraibilità previsti, quali:

  • l’importo massimo è di €4.000 annui;
  • la detrazione prevista è pari all’imposta lorda del 19%.

Nel caso in cui i mutuo sia stato contratto prima del 1993, la detrazione prevista con il modello 730/2017 è pari a un importo di massimo €2.065,83 per ogni intestatario.

E’ possibile detrarre le spese di intermediazione con l’agenzia immobiliare. In questo caso:

  • l’importo massimo è di € 1.000;
  • la detrazione prevista è di 19%.

Detrazioni Mutuo per Ristrutturazioni

Molti italiani, grazie alle detrazioni ristrutturazioni 2017 e alla possibilità di scaricare il costo delle spese sostenute per l’acquisto dei mobili, hanno affrontato, nel corso del 2016, spese per migliorare l’aspetto e le prestazioni energetiche della propria abitazione.

Tramite il modello 730/2017 è possibile detrarre anche gli interessi passivi di mutui effettuati per ristrutturazioni, per la costruzione della casa e per il recupero del patrimonio edilizio. I limiti previsti stabiliscono che:

  • l’importo massimo è di € 2.582,28;
  • la detrazione prevista è di 19%.

Invece chi non ha acquistato casa, ma paga un affitto mensile, può detrarre il 50% dell’IVA sul modello 730/2017.

Detrazioni Casa 2017: le tipologie di affitto

I contribuenti possono inserire nella dichiarazione dei redditi diverse tipologie di costi di affitto, quali:

  • affitti a canone concordato: è prevista una detrazione di massimo €495,80 per redditi annui di massimo €15.493,71 e di €247,90 per reddito non superiori a €30.987,41;
  • affitto dell’abitazione principale: è stabilita una detrazione per un importo di massimo €300 se il reddito non supera i €15.493,71 oppure di €150 se il reddito è di massimo €30.987,41;
  • affitto di alloggi sociali utilizzati come abitazione principale: la detrazione è di €900 se il reddito non supera i €15.493,71 e di €450 se il reddito è di massimo €30.987,41.

Detrazioni Casa 730/2017 per Studenti e Giovani

Tramite il modello 730/2017 è possibile detrarre anche i costi sostenuti per l’affitto di casa. Per quanto riguarda le case prese in affitto da studenti universitari fuori sede è previsto:

  • l’importo massimo è di €2.633;
  • la detrazione è fissata al 19%

I giovani tra i 20 e i 30 anni che hanno sostenuto dei costi per l’affitto dell’abitazione principale è previsto:

  • detrarre per un massimo di 3 periodi d’imposta, il costo annuo di massimo €991,60;
  • devono avere un reddito annuo di massimo €15.493,71.

Detrazioni Casa 2017: Ristrutturazioni, riqualificazione energetica e acquisto mobili

I cittadini che hanno sostenuto delle spese riguardanti la ristrutturazioni, la riqualificazione o l’acquisto di mobili ed elettrodomestici durante il 2016 possono usufruire di tali agevolazioni fiscali:

  • per la ristrutturazione edilizia si può detrarre il 50% dell’imposta entro il massimo di €96.000;
  • per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, la detrazione è fissata al 50% entro i €10.000 di spesa;
  • per le spese volta a migliorare le prestazioni energetiche la detrazione è pari al 65% per un tetto di spesa fino ai €100.000;
  • Infine chi acquista una casa di classe energetica A e B può detrarre, tramite il modello 730/2017, il 50% dell’IVA.

 

Detrazioni Fiscali 2017: articoli consigliati

Marche da Bollo: A cosa servono e dove comprarle Marca da Bollo: A che cosa serve? La marca da bollo, materialmente parlando, permette di pagare le imposte di bollo su fatture e determinati documenti di spesa identificati dalla legge. Si tratta di un metodo di convalida di pubblici documenti e di pagamento di imposta che è in vigore sin dal lontan...
Detrazione Fiscale 2017: tutte le detrazioni per la ristrutt... Detrazione Fiscale 2017: guida sulle detrazioni per la ristrutturazione edilizia Con la Legge di Bilancio 2017 è stata approvata la proroga della detrazione del 50% per le ristrutturazioni edilizie. La nuova data è fissata al 31 dicembre 2017. Anche il bonus fiscale per le ristrutturazioni edilizie...
Calcolo Ravvedimento Operoso IMU, TASI e ARI Ravvedimento Operoso IMU: Aiuto ai contribuenti Il pagamento dei tributi locali è diventato sempre più complesso, esoso e ricco di date di scadenze. Spesso si salta un versamento o un obbligo dichiarativo proprio a causa della foresta di leggi prodotte ogni anno dal Parlamento. Fortunatamente in ca...
Sisma Bonus 2017: per quali interventi sono previste le detr... Sisma Bonus 2017: le novità introdotte dalla Agenzia delle Entrate La Legge di Bilancio 2017 ha introdotto delle regole specifiche da applicare a chi effettua interventi volti alla riduzione del rischio sismico. Nel cosiddetto Sisma Bonus ha fatto rientrare tra le spese detraibili anche quelle effe...
730 Precompilato INPS: modello, scadenza e novità 2018 Il Modello 730 è un modulo fiscale introdotto nel 1993 per la dichiarazione dei redditi rivolto ai lavoratori dipendenti e ai pensionati, che consente di recuperare parte delle spese sostenute nel corso dell’anno ed aumentare il proprio stipendio. Attraverso il sistema delle deduzioni - ovvero le...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.